I Viaggi Di Roby

LEONARDO SCIASCIA - Una mostra di istantanee per omaggiarlo


Approda in Sicilia una delle più ambiziose e affascinanti esposizioni fotografiche degli ultimi anni! Oltre 120 istantanee di Enrico Appetito, scattate durante le riprese del film Il giorno della civetta, in una mostra senza precedenti, che è anche un omaggio alla lungimiranza e all’impegno civile di Leonardo Sciascia, stanno per invadere il territorio di Racalmuto. La mostra verrà inaugurata il 25 giugno alle 17:30 presso la sede della Fondazione Leonardo Sciascia e sarà visitabile fino al 19 settembre: occuperà non solo i locali della Fondazione, ma quelli del Teatro Regina Margherita, del Municipio; e alcune immagini faranno addirittura capolino per le strade del paese.

Il giorno della civetta è il romanzo di Leonardo Sciascia che nel 1961 fece conoscere la mafia all’Italia in un’opera narrativa di largo consumo. In un’edizione del 1972, lo scrittore aggiunse un’avvertenza in cui precisò: “Ho scritto questo racconto nell’estate del 1960. Allora il Governo non solo si disinteressava del fenomeno mafioso, ma esplicitamente lo negava”. La Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della mafia in Sicilia fu istituita per la prima volta dalla legge 1720 del 20 dicembre 1962. Oggi più che mai, in una società sempre più ingiusta, in cui un potere spesso senza volto impone decisioni e regole irragionevoli, il coraggio e l'indipendenza di giudizio di Sciascia sono drammaticamente attuali.

Nel 1968 Il giorno della civetta divenne un film, diretto da Damiano Damiani e interpretato da Franco Nero, Claudia Cardinale e un cast internazionale. Il cinema fu un importante amplificatore e il libro raggiunse così un'ancor più vasta platea. La mostra ci riporta ad un'altra calda estate, quella del 1968, durante le riprese di questo film: ed è anche un viaggio in quel cinema italiano, che sapeva essere al contempo grande e scanzonato, attraverso 120 immagini inedite, filtrate dallo sguardo attento e sensibile di Enrico Appetito, uno dei più apprezzati fotografi italiani. Nell'archivio a lui intitolato sono custodite oltre cinquecentomila immagini, scattate sui set di più di cinquecento film, realizzati, tra gli altri, da Sergio Leone, Federico Fellini, Luchino Visconti, Mario Monicelli, Francesco Rosi, Roger Vadim, Jean-Luc Godard, Sergio Sollima, Bernardo Bertolucci e Dario Argento.

L'evento segna anche l'inizio di una collaborazione tra la Fondazione Sciascia e la prestigiosa Rocco Forte Hotels, in particolare col Verdura Resort di Sciacca, che ospiterà una parte della mostra nella sua suggestiva cornice mediterranea.

01/06/2021, 10:31