CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

PREMIO MATTADOR 2021 - Tutti i vincitori


PREMIO MATTADOR 2021 - Tutti i vincitori
Una nuova generazione di autori pronti a scrivere il cinema di domani: sono stati premiati i vincitori della 12ª edizione del Premio Internazionale per la Sceneggiatura MATTADOR. A Venezia, alle Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice, nella mattinata di sabato 17 luglio si è svolta la Cerimonia di Premiazione, che prosegue nella ricerca del talento nella sceneggiatura e consolida il rapporto con le grandi case di produzione cinematografiche italiane.

Sono stati annunciati i premi del progetto dedicato a Matteo Caenazzo, che ogni anno propone il concorso di scrittura per il cinema a giovani sceneggiatori, registi, illustratori e concept designer dai 16 ai 30 anni. La Giuria 2021 è stata presieduta da Enzo Monteleone, e ha visto la presenza di Elisabetta Trautteur, Gianluca Novel, Davide Lisino e Valentina Strada. I vincitori sono stati scelti dopo aver valutato attentamente la rosa degli elaborati selezionati dai Lettori tra i 302 lavori arrivati, nuovo record in costante ascesa (dopo i 277 dell’anno scorso), raggiunto in un biennio quanto meno difficile e particolare.

«In Italia ormai da molti anni, da quando fu fondato il Premio Solinas, sono nati innumerevoli premi per le sceneggiature. Forse troppi. Forse non tutti seri.», ha dichiarato il presidente della Giuria, Enzo Monteleone. «Il Premio Mattador invece mi è sembrato subito un premio serio e necessario. Il modo con cui è organizzato, la dedizione di tutta la squadra di lavoro, l'atmosfera che si respira, tutto questo lo ha reso ai miei occhi un'avventura bella e interessante. Non si tratta solo di premiare un lavoro, ma di indirizzare dei giovani scrittori verso una professione, di aiutarli a trovare una strada, a far sentire la loro voce. La mia breve esperienza come giurato mi ha fatto scoprire un gruppo di persone di grande generosità che ha saputo trasformare un evento drammatico in un'occasione di rinascita.»

I premi assegnati sono:

Premio MATTADOR, Migliore Sceneggiatura per Lungometraggio:
Matteo Brembani, Impiegato della memoria di Costanza Bongiorni, 29 anni, di Milano.

Borsa di formazione Mattador per il Miglior Soggetto:
La strada per l’isola di Diletta Dan, 26 anni, di Venezia e Rebecca Gatti, 25 anni, di Roma
Quel che ci hai lasciato di Eleonora Galasso, 26 anni, di Palermo,

e Simone Pietro Ruocco, 28 anni, di Carpi (Modena)
Necrologie a domicilio di Niccolò Gangi de Thierry, 25 anni, di Milano

Borsa di Formazione Corto86 per la migliore Sceneggiatura per Cortometraggio
Fine Partita di Luca Leone, 28 anni, di Acquaviva delle Fonti (Bari)

Borsa di formazione Dolly per la Migliore Storia raccontata per immagini:
Luce di Irene Sarà, 22 anni, di Savigliano (Cuneo)

Menzione Speciale della Giuria al Miglior Soggetto
Comunist* di Davide Crudetti, 30 anni, di Roma

Ai lavori premiati verrà assegnato un riconoscimento in denaro per la realizzazione del proprio progetto: 5.000 euro alla migliore sceneggiatura, 1.500 euro al miglior soggetto, 1.000 euro alla migliore sceneggiatura disegnata, e qualificati percorsi di formazione dedicati allo sviluppo dei progetti che gli autori svolgono sotto la guida di tutor professionisti. Sono i MATTADOR WORKSHOP che riuniscono: la Borsa di formazione MATTADOR sullo sviluppo dei soggetti, la Borsa di formazione DOLLY sullo sviluppo delle storie illustrate, il Progetto CORTO86 con la realizzazione del film tratto dalla sceneggiatura vincitrice di cui l’autore firma anche la regia.

Il Premio Mattador è dedicato a Matteo Caenazzo, giovane talento triestino scomparso prematuramente il 28 giugno 2009. Diplomato in decorazione pittorica, giornalista pubblicista, collaboratore al Teatro Miela e al Teatro La Fenice, Matteo ha frequentato la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Ca’ Foscari dove, il 17 luglio 2009, il Rettore gli ha conferito la Laurea d’Onore in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo per la sua Tesi di laurea sul Cinema. Iscritto all’Università Roma Tre al Corso di sceneggiatura, avrebbe continuato a coltivare la sua passione per il cinema con l’obiettivo di intraprendere la professione di sceneggiatore. La sua motivata determinazione e la sua contagiosa energia hanno posto il seme da cui si è sviluppata l’attività dell’Associazione MATTADOR, ideatrice del Concorso.

17/07/2021, 16:21