CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

CREUZA DE MA - Comincia la fine settimana in musica


Giornata ricca di appuntamenti domani a Carloforte. Momenti di spicco il concerto di Ambrogio Sparagna al tramonto a Capo Sandalo e in serata Nada accompagnata da Andrea Mucciarelli alla chitarra.


Ancora una giornata ricca di appuntamenti domani (sabato 28) a Carloforte per Creuza de Mà, il festival all'insegna della musica per il cinema, che da mercoledì scorso, e fino a questa domenica (29 agosto), vive sull'Isola di San Pietro la prima parte della sua edizione numero quindici, prima di passare il testimone a Cagliari per la seconda tranche, in programma il 18 e 19 del mese prossimo.

La mattinata propone alle 10.30 al Cinema Mutua l'incontro giornaliero con il Campus di musica e suono per il Cinema, sul lavoro di regia e montaggio del suono; dedicato agli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia - Scuola Nazionale di Cinema in residenza al festival (ma aperto anche al pubblico), l'appuntamento ruota in questa occasione intorno a tre diverse figure del cast di "La Compagnia del Cigno", la fortunata serie televisiva già al centro della serata precedente del festival: l'autore delle musiche Gabriele Roberto, la produttrice Francesca Cima (co-fondatrice della Indigo Film) e la music supervisor Carolina Iorio. Conduce, come sempre, Riccardo Giagni.

Virtuoso dell'organetto, compositore e autore di molte colonne sonore cinematografiche, già applaudito due sere prima in quartetto con Anna Rita Colaianni, Giordano e Erasmo Treglia, Ambrogio Sparagna è invece il protagonista di uno dei "must" di ogni edizione di Creuza de Mà: il concerto, rigorosamente in acustico, al tramonto a Capo Sandalo, in località "Le Ciasette", a strapiombo sul mare, nella punta estrema nella parte occidentale dell'isola di San Pietro. Un evento speciale ed esclusivo, con inizio alle 19.15, che già da giorni ha registrato il tutto esaurito.

Sold out anche per l'altro attesissimo evento che in serata, ai Giardini di Note, vedrà al centro dei riflettori uno degli ospiti di spicco di questa edizione, Nada, accompagnata da Andrea Mucciarelli alla chitarra. Il concerto della cantante toscana - che domenica introdurrà insieme alla regista Costanza Quatriglio il film TV "La bambina che non voleva cantare", tratto dal suo romanzo "Il mio cuore umano" - riprende il filo del progetto "Nada Trio", nato nel 1994 con la collaborazione di Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, chitarra e contrabbasso degli Avion Travel. Da quel sodalizio nacque un disco che ottenne apprezzamenti non solo in Italia (dove vinse, tra gli altri, il Premio Tenco e il Musicultura di Recanati), seguito nell'inverno del 2017 dalla registrazione di un nuovo album, "La posa", poco dopo la quale (il 30 marzo) Fausto Mesolella scomparve. Il concerto di domani sera (sabato 28) a Carloforte proporrà buona parte di quei due lavori: brani come "Il porto di Livorno" (di Piero Ciampi), la popolare "Ma che freddo fa", grandi successi come "Amore disperato", "Il cuore è uno zingaro", "Ti stringerò" e classici della tradizione popolare come "Maremma" e "Malachianta", fino alle canzoni di oggi di cui Nada, oltre a essere interprete, è anche autrice.

A precedere il concerto di Nada, altri due appuntamenti in agenda ai Giardini di Note per la serata di domani (sabato 28): il primo è alle 22 con la sezione del festival Cortometraggi Esercizio ‘800 che ogni giorno propone i lavori di ex allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia, con musiche concepite e lavorate all'interno del progetto CAMPUS, musica e suono per cinema e audiovisivi tra Carloforte, Cagliari e Roma: in visione "La moglie del pittore" (12'25''), per la regia di Simone Bozzelli (classe 1994).

A seguire, un altro momento topico del festival: l'assegnazione del Premio Creuza a Riccardo Giagni, musicista e compositore di musiche per film (di Marco Bellocchio e Sabina Guzzanti, tra gli altri), studioso di musica applicata al cinema, collaboratore di Creuza de Mà fin dalla prima edizione, e quest'anno impegnato nella presentazione di tutte le proiezioni e gli incontri tra registi, musicisti e pubblico.
A consegnargli il premio sarà Max Viale (David di Donatello e Nastro D'argento 2021 per le musiche del film di Susanna Nicchiarelli "Miss Marx"), videomaker, sound designer, musicista, tra i fondatori della band Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo.

27/08/2021, 18:03

La Redazione