I Viaggi Di Roby

VENEZIA 78 - "Pietro il Grande", la memoria e le foto


Un corto di Antonello Sarno per ricordare la figura del fotografo Pietro Coccia, a due anni dalla scomparsa. Tanti personaggi del cinema fermati nei suoi scatti d'autore.


VENEZIA 78 -
Pietro Coccia con Nanni Moretti (Foto Giambalvo & Napolitano)
Come raccontare Pietro Coccia? Attraverso le sue foto e le canzoni che hanno fatto da colonna al nostro cinema. Scomparso nel 2019, il fotografo del cinema aveva una caratteristica unica: cera sempre. Era l, in ogni festival, ad ogni anteprima e ad ogni premio che si rispetti con la sua macchina al collo, il passo pesante e la voglia di infilare tutti, personaggi noti, amici e conoscenti nella sua scheda di memoria.

E un ricordo di Pietro lo ha messo insieme Antonello Sarno, scegliendo e organizzando una serie di scatti realizzati durante la Mostra di Venezia, i Nastri dArgento e altri eventi ricchi di ospiti e personaggi.

Il profilo, la figura di Coccia mancano a parecchie persone ma sinceramente sono pochi quelli che, oltre a un rapido saluto, avevano voglia di condividere con lui quei momenti vuoti tra un red carpet e laltro, tra una Mostra di Venezia e una Festa del Cinema di Roma. Fa lo stesso, il corto di Sarno "Pietro il Grande" una traccia ideale per far restare viva nella memoria la figura del fotografo conosciuto da tutti e amico di pochi.

Nella foto Pietro Coccia in una delle poche fotografie che lo vedevano protagonista (qui con Nanni Moretti), realizzata da due suoi amici autentici Vitaliano Napolitano e Letizia Giambalvo (pagina Facebook Pietro Coccia Fan Club)

01/09/2021, 11:15

Stefano Amadio