CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

ITALIAN ANIMATION DAYS 2 - A Cagliari dal 6 all'8 ottobre


ITALIAN ANIMATION DAYS 2 - A Cagliari dal 6 all'8 ottobre
L’edizione 2021 degli Italian Animation Days, l’evento nazionale dedicato alla filiera del cinema e della serialità di animazione, si svolgerà a Cagliari dal 6 all'8 Ottobre in collaborazione con il festival Tuttestorie e vedrà coinvolti oltre 100 ospiti tra produttori, broadcaster, autori, illustratori e giovani animatori del progetto NAS - Nuova Animazione in Sardegna.

Grazie all’iniziativa della Fondazione Sardegna Film Commission, della Regione Autonoma della Sardegna, di Cartoon Italia (l’associazione nazionale dei Produttori di Animazione) e Rai Ragazzi, Cagliari torna a essere protagonista di un evento di primaria importanza per il comparto europeo dell’animazione.

«Si mantiene l’impegno annunciato dalla nostra Sardegna Film Commission con Cartoon Italia e con RAI Ragazzi nel 2019: allora annunciammo come Regione Sardegna di voler attivare il segmento animation, che abbiamo sostenuto come assessorato alla Cultura insieme all’assessorato del Lavoro e all’assessorato al Bilancio e al Centro di programmazione regionale - afferma l’assessore alla Cultura della regione Sardegna Andrea Biancareddu - confermando il finanziamento pluriennale del progetto di filiera NAS - Nuova animazione in Sardegna, e sostenendo la creazione e sviluppo del laboratorio di produzione e alta formazione permanente per giovani animatori e creatori di videogames individuati come straordinari strumenti di valorizzazione del patrimonio culturale, linguistico e storico della nostra isola».

Aperto a tutti i professionisti dell’animazione, gli Italian Animation Days si basano su un approccio teorico e pratico, grazie all’intervento dei massimi esperti nazionali del settore e alle case history di eccellenza del panorama europeo dell’animazione. L’Ex-Manifattura Tabacchi di Cagliari sarà la sede delle tre giornate dell’evento, rivolto ai nuovi talenti e ai produttori italiani selezionati nel corso degli scorsi mesi. Durante gli Italian Days, professionisti e produttori del settore audiovisivo offriranno la loro esperienza sui temi della scrittura, della produzione, dello storytelling e sulle tecniche per presentare un progetto in modo efficace.

Tra i relatori del primo programma idustry dedicato alla letteratura under 18 e alla trasposizione seriale e filmica, declinato con workshop di coaching per sceneggiatori e animatori realizzati in collaborazione con Tutte Storie, si segnalano gli autori di Book on a tree: Pierdomenico Baccalario, Manlio Castagna, Davide Morosinotto, Marco Ponti. Saranno presenti per RAI Ragazzi Annita Romanelli, Anne-Sophie Vanhollebeke per Cartoon Italia; Nevina Satta per Sardegna Film Commission.
Book on a Tree è la fucina creativa fondata nel 2014 da Pierdomenico Baccalario, eccellenza nel settore dello storytelling, della creazione e produzione di libri per bambini e adolescenti, servizi editoriali e contenuti digitali. Una realtà che ha saputo porsi all’attenzione internazionale per la qualità delle sue produzioni multisettoriali, che vanno dai romanzi ai libri per la scuola, ai videogiochi e le serie TV, dagli script cinematografici ai testi per siti web e bibbie transmediali. Avere il loro contributo al centro degli Italian Days significa dare un’incredibile occasione di aggiornamento ai giovani talenti, autori affermati, produttori e sceneggiatori che lavoreranno in questi giorni all’evento Industry.
«Forse perché così tanto affacciati sul mare, su chi arriva e su chi parte, siamo da sempre una terra di persone che raccontano storie, e abbiamo quindi un vantaggio strutturale, di conoscenza umana, in quest’epoca in cui le storie ci circondano, ci appassionano, ci tengono attaccati a mondi vicini e lontani, ci fotografano, ci agganciano a finali sospesi e a continuazioni inaspettate - Interviene il fondatore di “Book on a Tree” Pierdomenico Baccalario - Per questo, mai, come ora occorre affinare gli strumenti e lavorare insieme, di bottega, per scegliere quali storie raccontare, e in che modo: storie Italiane, certo, ma con un’idea di Italia più vasta che mai, proiettata nel futuro e nel passato. Storie che possano appassionare tutto il mondo, che non siano di parte, ma che permettano a tutti di farne parte, dai più giovani come da chi è già cresciuto, o crede di esserlo. Storie universali, ma con un ombelico tutto nostro».

Accanto ai momenti di formazione di settore, l’approfondimento di case studies di eccellenza, con la presentazione del modello produttivo delle isole Canarie in un tavolo che vede protagoniste le esperienze internazionali raccontate dalla rappresentante Maria Bonaria Fois (Mondo Tv Iberoamerica), in un confronto con Sabita Jagtani (Economista - Zona Especial Canaria) e Ivan Agenjo (presidente della associazione produttori spagnoli e di Diboos).

«Gli incontri tra produttori e talenti dell’animazione italiani che si svolgono durante gli Italian Days sono cruciali per promuovere e valorizzare il comparto audiovisivo nazionale ed il grande potenziale della Sardegna - Dichiara Maria Bonaria Fois - È per me un onore prendere parte ad una nuova edizione di questo evento che mira ad essere di sempre maggiore rilievo per un settore strategico come quello dell'animazione».

Le grandi associazioni di categoria del cinema e dell'animazione in Italia, ASIFA (associazione italiana degli artisti e professionisti dell’animazione) e Cartoon Italia, affronteranno invece il tema della trasposizione su schermo dei grandi successi della letteratura, in una tavola rotonda sulle strategie di scritture per adattamenti cinematografici e televisivi alla quale parteciperanno Marino Guarnieri (presidente ASIFA), Niccolò Sacchi (Atlantyca), Cristian Jezdic (Beq Entertainment), Franco Serra (Gertie), Alfio Bastiancich (Showlab), Maurizia Sereni (Movimenti Production).

«Questa seconda edizione degli Animation Italian Days è l’occasione per noi produttori di Cartoon Italia di creare delle sinergie tra tutta la filiera italiana che lavora nei contenuti per ragazzi (produttori, autori, giovani talenti sardi, televisioni, piattaforme) - precisa Anne-Sophie Vanhollebeke presidente della associazione nazionale di produttori Cartoon Italia - Ci permette anche di aggiungere un tassello al programma NAS che con il contributo della Sardegna Film Commission e dellla Regione Sardegna, oltre ad aver permesso di formare 70 animatori, prevede di creare un hub produttivo/industriale in Sardegna per la produzione di contenuti in animazione, come è stato fatto alle isole Canarie».

Infine i grandi momenti di networking, momento essenziale per far incontrare le diverse figure di settore, in strutturati momenti di incontri one-to-one e sessioni di pitching pubblici dei progetti “Made in Sardegna” in sviluppo.
Autori, produttori ed animatori, in armonia con il magnifico contesto di Cagliari e della luminosa Sardegna del sud, saranno coinvolti anche in location scouting e incontri nel territorio.

05/10/2021, 13:37