I Viaggi Di Roby

IL GIOCO D'AZZARDO NEL CINEMA - Da Las Vegas al Ragionier Fantozzi


"Ocean's Eleven" di Steven Soderberg con George Clooney ma anche l'italianissimo "Secondo, Tragico Fantozzi" di Luciano Salce con Paolo Villaggio. Quando il cinema incontra la passione per il tavolo verde


IL GIOCO D'AZZARDO NEL CINEMA - Da Las Vegas al Ragionier Fantozzi
Paolo Villaggio e Antonino Faà di Bruno
Le grandi arti sono solite rappresentare momenti ed eventi importanti della vita. Ed è per questo che il cinema è probabilmente l'arte moderna più adatta a illustrare e interpretare alcune tendenze culturali e sociali che maggiormente fotografano la vita di adesso. Dato che oggi giocare alla roulette online e divertirsi con altri giochi virtuali, di tipo casinò e non, è una delle mode preponderanti, va ricordato come il cinema aveva già da tempo messo a fuoco le tematiche di gioco d'azzardo nei casinò fisici molto prima dell'avvento della rivoluzione digitale che ha permesso a tutti, di sentirsi seduti al tavolo verde solamente grazie a una connessione Internet.

Sono tanti, infatti, i film girati con il casinò e i suoi giochi come tematiche principali. Uno dei primi è sicuramente Rain Man, conosciuto in Italia con il titolo di 'Uomo della pioggia'. Questa pellicola del 1988 ha come protagonisti due attori del calibro di Tom Cruise e Dustin Hoffman, che per l'occasione interpretano la parte di due fratelli che si conoscono per la prima volta dopo la morte del loro padre in comune. La trama è molto intrigante e le sue scene più importanti si svolgono in un casinò di Las Vegas nel quale il fratello più grande dei due, impersonato da Dustin Hoffman, si rivela essere un eccellente giocatore di Black Jack a causa proprio del suo autismo, che gli permette di eccellere nel ricordare le sequenze delle cifre e delle carte uscite. Il film, diretto da Barry Levinson, è stato uno dei primi a venire ambientato in un casinò. Rain Man ha avuto infatti notevoli riconoscimenti, come ad esempio l'Orso d'oro al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1989, oltre ovviamente a ben quattro Premi Oscar come miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura originale.

Nel decennio successivo, tuttavia, è stato riproposto un grande classico degli anni '60, ossia "Colpo Grosso", con il nome di "Ocean's Eleven". Questa storia, nella quale uno dei protagonisti è il famoso George Clooney, vede un gruppo di astuti ladri rubare una notevole somma di denaro, in uno dei casinò più importanti di tutta Las Vegas. Parliamo di una pellicola che vantava un cast d'eccezione con, oltre a Clooney, attori come Brad Pitt, Matt Damon e Julia Roberts. In questo caso parliamo forse della pellicola più divertente relativa al mondo dei casinò, dato che non si tratta solo di una storia di gioco d'azzardo bensì di un intreccio particolare nel quale si sfidano due fazioni distinte di truffatori, la prima composta dai ladri stessi e la seconda dal padrone del casinò, interpretato da un eccellente Andy Garcia. Ne viene fuori una guerra che diventerà una vera e propria saga, la cui storia continuerà a snodarsi nei sequel di questo splendido film.

Andando in Italia, invece, vediamo una delle più belle e divertenti scene ambientate in un salone da gioco: la scena in questione è quella in cui il mitico ragionier Fantozzi, interpretato da un immenso Paolo Villaggio, si reca al Casinò delle Dolomiti insieme al conte Semenzana che si rivela essere un elemento indispensabile per accrescere le sue fortune. 

27/10/2021, 20:50