CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

SEEYOUSOUND 8 - Il film d'apertura sarà "Shoplifters of the world"


SEEYOUSOUND 8 - Il film d'apertura sarà
Dal 18 al 24 febbraio 2022 torna SEEYOUSOUND International Music Film Festival portando di nuovo in sala l'inconfondibile mix di musica e cinema lungo 7 giorni che celebrano l'unione di suono e immagine attraverso il racconto di personaggi e correnti, che scorre in sottofondo o si fa protagonista di un viaggio che non finisce: Music Never Ends.

L’ottava edizione di Seeyousound - nuovamente dal vivo – porta al Cinema Massimo MNC di Torino una vibrante selezione di lungometraggi di finzione e documentari, cortometraggi e videoclip nelle sezioni competitive LongPlay Doc e LongPlay Feature, 7Inch e Soundies; le rassegne Music is the weapon, scorcio su musiche resistenti, cassa di risonanza e incarnazione del desiderio di libertà, e Into the Groove, selezione eterogenea di titoli attraversati da una vena pop, tra cui il film che darà il via alla festa.

Film d’apertura di SEEYOUSOUND - in anteprima italiana venerdì 18 febbraio alle ore 21.00 in la Sala Cabiria del Cinema Massimo MNC - sarà Shoplifters of the World, commedia ispirata a fatti realmente accaduti diretta da Stephen Kijak, che racconta di come un gruppo di giovani di Denver ha affrontato lo scioglimento dei The Smiths. Il film ha ricevuto l’approvazione di Morrissey ed è l’unico film con brani originali della band di Manchester.

Biglietti disponibili su bit.ly/SYS8_Opening in prevendita da lunedì 15 novembre. Early bird 8 euro (biglietti limitati). Ticket intero con prevendita 10 euro.

L’EVENTO

Il film sarà anticipato dall’esibizione dal vivo dalla giovane compositrice e producer di musica elettronica Ginevra Nervi che, per l’occasione, sonorizzerà Stuf, cortometraggio muto del 1966 di Titus Meszaros, tra i maggiori esponenti dello studio "Alexandru Sahia" di Bucarest dedicato alla produzione di propaganda di Ceausescu e al tempo stesso unica possibilità per i cineasti dell'epoca di fare cinema durante la dittatura, nonché strumento attraverso il quale l'intellighenzia cinematografica rumena dell'epoca combatteva il regime in maniera audace e sottile.

In questo film il progresso industriale del "Conducator", di cui si pretendeva l’esaltazione, si scontra con la realtà arretrata ritratta nel corto e la musica epica della Carmina Burana di Orff rende ancora più evidente questo contrasto.

Alle musiche originali, Ginevra Nervi sostituirà un contributo inedito nel solco della sua ricerca musicale basata sull'esplorazione vocale e manipolazione sonora. Autrice di colonne sonore e brani originali per diverse serie tv, nel 2020 Nervi è arrivata alla Mostra del Cinema di Venezia con Fuoco Sacro di Antonio Maria Castaldo, di cui ha firmato la colonna sonora originale, e Non Odiare di Mauro Mancini, per il quale assieme a Pivio e Aldo De Scalzi ha composto “Miles Away”, con cui si è guadagnata la nomination ai David di Donatello per Miglior brano originale.

IL FILM

Scritto e diretto dall'acclamato Stephen Kijak (We Are X, Scott Walker - 30 Century Man) e ispirato a fatti reali, il film si svolge nel corso di una notte in cui le vite di gruppo di adolescenti di Denver vengono sconvolte dalla notizia dell'improvviso scioglimento del l'iconica band The Smiths.

Intanto, uno di loro - interpretato da Ellar Coltrane (Boyhood) -, tiene in ostaggio la stazione radio locale minacciando il deejay - Joe Manganiello (Magic Mike, True Blood) - con una pistola per costringerlo a passare solo brani della band. Con la radio a tutto volume, il gruppo di amici intraprende un viaggio alla scoperta di sé che li trasformerà per sempre da quell’estate del 1987.

Il film - il cui titolo omaggia il celebre singolo pubblicato nel 1987 - è un glorioso inno alla follia degli anni '80, che celebra la giovinezza e il potere della musica di cambiare la vita delle persone, mostrando il suono iconico e lo stile dei The Smiths, attraverso un'eccezionale colonna sonora composta da 20 canzoni della band britannica.

L’OMAGGIO A STEPHEN KIJAK

Sabato 19 febbraio, il regista statunitense sarà protagonista di una giornata di proiezioni-omaggio con altri 2 titoli dalla sua prolifica filmografia in programma a SEEYOUSOUND 8.

La carriera ventennale di Stephen Kijak ha avuto come soggetti principalmente musica e musicisti. Tra i titoli realizzati, il documentario acclamato dalla critica e nominato ai Bafta Scott Walker – 30 Century Man (con David Bowie produttore esecutivo), i doc cult Cinemania e Stones In Exile, presentato alla Quinzaine des Réalisateurs 2010 a Cannes, commissionato dai Rolling Stones e prodotto da John Battsek produttore due volte premio Oscar. Nel 2012, ha collaborato con Rob Trujillo dei Metallica (al suo debutto da produttore) in un doc sul compianto, leggenda del basso elettrico, Jaco Pastorius.

Nel 2015 il suo docu-film Backstreet Boys: Show ‘em What You’re Made Of, ha battuto i record di prevendita di iTunes ed è stato uno dei preferiti dai fan di tutto il mondo della boy band.

Nel 2016 al Sundance ha presentato We are X, documentario sulla band heavy metal nipponica X Japan, la band di maggior successo nella storia del Giappone, vincendo l’Audience Award for Excellence in Title Design, arrivato poi in anteprima italiana a Seeyousound III nel 2017 dove ha vinto la menzione speciale della giuria; seguito da Sid & Judy, sulla relazione di Judy Garland con il suo terzo marito.

Kijak è anche regista di Equal, serie documentaria in 4 parti di HBO Max che racconta la storia del movimento per i diritti LGBTQ.

15/11/2021, 10:07