CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

FESTIVAL DI CINEMA SULLE FORESTE 4 - I vincitori


FESTIVAL DI CINEMA SULLE FORESTE 4 - I vincitori
PREMIO SPECIALE PROGRAMMA TV
PresaDiretta RAI con "Guerra all'Amazzonia" di Riccardo Iacona e Marcello Brecciaroli | Italia | 47’45’’
Un reportage sulla foresta amazzonica che sta morendo nel silenzio generale, mentre i nostri mercati sono invasi di legno, carne e soia, che vengono prodotti deforestando il polmone verde del pianeta. Un viaggio attraverso il Brasile per raccontare come gli incendi e il sistematico disboscamento illegale, le amnistie e lo smantellamento della polizia ambientale, stanno vincendo la partita contro l’Amazzonia. Migliaia di chilometri quadrati di foresta vergine scompaiono ogni anno nelle tasche dei latifondisti agricoltori e allevatori sostenuti dalle politiche del presidente Jair Bolsonaro.

RICONOSCIMENTO
Alla spedizione Equipe sans Maison per la realizzazione di "Spirito Mapuche" di Claudio Tessarolo | Italia | 66’
L’essenza dell’indomito popolo indio sudamericano, le sue battaglie per la salvaguardia dei luoghi ancestrali e per il riconoscimento dei suoi fondamentali diritti umani. Viaggio alla scoperta di una cultura millenaria che molto ha da insegnare al resto del mondo d’oggi.

MENZIONE
"La via del bosco" di Regione Piemonte – Settore Foreste | Italia | 45’
L'Organizzazione premia con una menzione "la via del bosco".
Le sfide imposte dalla crisi climatica e il ritorno alle zone rurali abbandonate riconsegnano alle foreste il ruolo di fattore di sviluppo economico e sociale. Questo percorso, in quattro capitoli, racconta come la salute del bosco e quella delle comunità siano strettamente legate. I boschi garantiscono servizi ecosistemici necessari all’ambiente e alla società impegnata nel fronteggiare le conseguenze del riscaldamento globale. Perché ciò avvenga è necessario il lavoro di professionisti che gestiscono i rapporti mutevoli tra uomo e foreste.

MENZIONE
"Traces" di Sébastien Pins | Belgio | 12’
La Giuria riserva una menzione speciale al film “Traces” per aver saputo raccontare, con poesia ma anche con sequenze drammatiche, il duro lavoro dei boscaioli e il rapporto tra le generazioni, dove i giovani sono chiamati a ereditare una professione famigliare con orgoglio e passione.

MENZIONE
"Out of range" di Yijia Cao, Lana Choukroune, Cécile Guillard | Francia | 4’
La Giuria riserva una menzione speciale al film Out of Range, titolo che, nel mondo digitale, può indicare un errore nella frequenza del segnale, un momento in cui tutti i parametri sfuggono alla portata di un programmatore e in cui scatta, automaticamente, la protezione del dispositivo. Questo corto di animazione mostra, in maniera poetica e delicata, la vicenda di Sue, una donna che vive completamente immersa nel proprio lavoro finché un guasto non la porterà, improvvisamente, a perdersi in una foresta.
Lì, a stretto contatto con la natura e lontana da ogni connessione con la frenesia del suo mondo abituale, Sue potrà riscoprire veramente sé stessa.

VINCITORE
"Schianti" di Tobia Passigato | Italia | 17’
Schianti è la storia di un bosco che non esiste più, è il ritratto del vuoto lasciato nelle anime degli abitanti.
La Giuria assegna il primo premio del Festival delle Foreste 2021 al film “Schianti” di Tobia Passigato, prezioso e puntuale documentario che, attraverso varie testimonianze di esperti, ricostruisce le vicende causate dall’uragano Vaia che nell’autunno 2019 ha infierito nelle valli delle Alpi orientali causando danni incalcolabili sia sull’ambiente sia sull’economia montana.

20/11/2021, 20:42