Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

DANTE ALIGHIERI - Il 18 marzo alla Camera ospite Alessandro Perrella


DANTE ALIGHIERI - Il 18 marzo alla Camera ospite Alessandro Perrella
Il 18 marzo alla Camera dei Deputati si terrà l’evento dedicato a Dante del regista Alessandro Perrella dove verranno proiettati “Inferno 1911” e “Dante sulla bocca di tutti” prodotti da Tecnomovie.

Inferno 1911 è un film rimasto muto per 110 anni. Il regista Alessandro Perrella, in occasione del settecentenario dalla scomparsa del sommo poeta, dà voce a questo capolavoro realizzato nei primi anni del '900. Nel film, che fu prodotto in Italia proprio nel 1911, appaiono per la prima volta corpi nudi di donne e uomini nel ruolo dei dannati. Alessandro Perrella ci racconta nel saggio scritto a quattro mani con Orazio Annetti, che Francesco Bertolini, regista della pellicola, per realizzare le scene di nudo fece il casting tra i carcerati gli unici disponibili, all'epoca, per ruoli tanto audaci.

Il desiderio di Perrella è quello di dare una seconda vita all'opera attraverso i dialoghi, di Ornella Stella, che sono stati adattati rispettando rigorosamente le immagini narrative dell'inferno Dantesco, i rumori, la musica del maestro Francesco Corrias, le voci, la narrazione di Luca Biagini e i lamenti dei dannati che accompagnano le scene melodrammatiche e lo stile recitativo tipiche del primo '900.

“Dante sulla bocca di tutti” ricorda la grandezza della poesia dantesca, la popolarità e la modernità sia nel linguaggio che nei contenuti oggetto indiscusso di interesse, di studio e di conoscenza e fonte inesauribile di espressioni, detti e locuzioni che sono da sempre patrimonio comune della nostra lingua. Il progetto è costituito da un insieme particolare di arti visive. Le illustrazioni create da Anna Bartolini e ispirate a vari canti della Commedia, sono state animate con moderni effetti speciali, commentate e narrate dalla voce di Mimmo Strati e sottolineate da brani musicali di Franz Liszt, Marco Frisina e Marco Giustini.

Alessandro Perrella sceglie nove canti per esaltare i contenuti cosi ancora attuali e necessari alla società contemporanea: gli ignavi per sollecitare il coraggio. Paolo e Francesca l’amore, sentimento necessario e imprescindibile anche in situazione estrema come la loro. Farinata degli Uberti l’uomo politico integro, fedele a una causa, Dante e Farinata, pur appartenendo a schieramenti politici differenti, non sono nemici ma leali avversari. Manfredi, figlio di Federico II, di cui si suppone che se fosse stato vincitore della battaglia di Benevento nel 1266, probabilmente le sorti del Sud Italia sarebbero state diverse da quelle di oggi. Ancora Ulisse, Cacciaguida e la preghiera alla Vergine. Con i dipinti di Anna Bartolini e la regia di Alessandro Perrella, è stato creato un format che si potrà riproporre in molti altri schemi narrativi.

Alessandro Perrella, si diploma nel biennio 67-69 al centro sperimentale di cinematografia. Mette da subito le radici nel panorama cinematografico italiano, collaborando con Roberto Rossellini, Federico Fellini e Luchino Visconti. A partire dagli anni ’80 dirige film di genere. Tra le sue opere “The night of the sinner” con l’attore americano Robert Englund, celebre protagonista di “Nightmare”. A partire dagli anni 2000 si dedica alla realizzazione di film e documentari d’arte. Porta sullo schermo infatti la vita e le opere dei grandi maestri della storia dell’arte come Piero della Francesca, Giotto, Vasari, Dante.

16/03/2022, 08:13