I Viaggi Di Roby

NEXO+ - Le uscite in streaming di maggio 2022


NEXO+ - Le uscite in streaming di maggio 2022
A maggio debutta su Nexo+ il MiX Club coi film suggeriti, amati e caldeggiati dal MiX (in attesa della nuova edizione del Festival). Si celebra l’arte con il nuovissimo TINTORETTO - L'ARTISTA CHE UCCISE LA PITTURA e con la playlist dedicata alla GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI; si viaggia in Europa con il documentario dedicato alla leggendaria linea sacra dell’Arcangelo San Michele (una linea retta che taglia l’Europa lungo 1000 Km esatti), in Cina per esplorare il design e l’architettura della futuribile Shangai, in India per festeggiare il mese che celebra il Buddha Purnima (il compleanno di Buddha); si riscoprono i grandi film premiati a Cannes in attesa di ritrovarsi sulla Croisette; si ascoltano le composizioni musicali di Luigi Nono; si approfondiscono i grandi temi legati al pianeta Terra con un nuova serie sul Regno Animale, un nuovo titolo sul cambiamento climatico e il documentaruo CINQUANTA PASSI – LA MEMORIA DEI GHIACCIAI; si studiano i meccanismi che collegano la Mafia e i colletti bianchi; si ricordano le marce della morte naziste nel nuovissimo documentario di Virginie Linhart

Dal 29 aprile
MiX CLUB
LIMIAR
Regia di Coraci Ruiz
Per prepararci al meglio all’edizione 2022 che si svolgerà dal 16 al 19 giugno, torna la speciale collaborazione tra il MiX Festival e Nexo+. Ogni mese sulla piattaforma in streaming di Nexo Digital un titolo speciale andrà a comporre la playlist di “MiX Club”, dedicata a tutti coloro che come noi amano, sostengono e promuovono il festival del cinema di riferimento della comunità gay, lesbica, trans e queer. Il primo appuntamento con MiX Club su Nexo+ sarà il 29 aprile con Limiar di Coraci Ruiz racconto autobiografico di una madre che segue la transizione di genere del figlio adolescente: tra il 2016 e il 2019 lo intervista affrontando certezze e incertezze che lo pervadono, in una profonda ricerca della sua identità. Al contempo la madre, che si rivela in prima persona lungo la narrazione, attraversa a sua volta un processo di trasformazione, rompendo finalmente pregiudizi ormai logori.

Dal 4 maggio
ASPETTANDO “TUTANKHAMON. L’ULTIMA MOSTRA” AL CINEMA
In occasione dei 100 anni dalla scoperta della tomba del celebre faraone e in attesa dell’uscita al cinema del film evento “Tutankhamon. L’ultima mostra” (nelle sale dal 9 all’11 maggio), Nexo+ propone clip esclusive e inedito materiale di backstage per prepararsi all’evento sul grande schermo. Con TUTANKHAMON. L’ULTIMA MOSTRA - il documentario con la voce narrante di Manuel Agnelli, diretto da Ernesto Pagano e prodotto da Laboratoriorosso e Nexo Digital nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema - gli spettatori cinematografici avranno un’opportunità straordinaria: incontrare il faraone, rivivendo i momenti unici della scoperta dell’archeologo Howard Carter e seguendo in esclusiva lo spostamento di 150 oggetti del tesoro di Tutankhamon per la più grande mostra internazionale mai dedicata al Golden Boy, che il fotografo Sandro Vannini ha seguito in esclusiva mondiale. L’ultima mostra in assoluto dedicata al tesoro perché, per volere del governo egiziano, ora questo patrimonio immenso diverrà inamovibile e potrà essere visitato solo nella sua sede del Cairo.

Dal 5 maggio
SHANGHAI – TRA SAPORI E DESIGN
Prosegue la collaborazione con Isplora per indagare il mondo dell’architettura: un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso le storie dei grandi progetti contemporanei.
In SHANGHAI – TRA SAPORI E DESIGN conosceremo il piacere della degustazione, la dimensione del gusto e dei sapori. Ambienti e spazi pensati per cultori ed amanti del cibo, buongustai, estimatori enogastronomici, sapienti intenditori di whisky e altri nettari. Il paradiso del Food & Beverage: una disciplina, potremmo dire, che ha trasformato le azioni del mangiare e del bere in momenti di intenso piacere, per cui le esperienze sensoriali necessitano di location di design, spazi la cui immagine sappia riflettere il proprio contenuto. Da un lato: Shanghai. Dall'altro: il sapere e la ricerca italiana. Un'esperienza che dà forma a una costellazione di locali di nicchia, perle di design nello scenario della grande e globale Shanghai di oggi.

Dal 6 maggio, a 32 anni dalla morte del compositore
LUIGI NONO - REALTÀ DI UN COMPOSITORE
Regia di Carlo Piccardi
Un nuovo titolo ad arricchire la costellazione RSI Radiotelevisione svizzera italiana. È l’intervista-ritratto del musicista Luigi Nono (1924-1990) realizzato nella sua casa di Venezia e a Reggio Emilia in occasione dei corsi da lui tenuti nell'ambito di "Musica e realtà", progetto ideato per la diffusione della musica contemporanea. Una carrellata che comprende: Esecuzione parziale (in studio) di "A floresta" (1966) per voci, clarinetto, lastre di rame e nastro magnetico (solo 7.5304 / 7.10797: vs orig completa); L. Poli, S; K. Bove, U. Troni, E. Vicini (attori); J. Di Donato (cl); Esecuzione parziale di "Sofferte onde serene..." (1977), per pianoforte e nastro magnetico, Maurizio Pollini (pf); brani da "Al gran sole carico d'amore" (1975) rappresentato al Teatro alla Scala di Milano diretto da Claudio Abbado.

Dall’11 maggio
SULLE TRACCE DI UN ANGELO
Regia di Michelangelo Gandolfi
Serie in due episodi
Un nuovo titolo della costellazione RSI Radiotelevisione svizzera italiana. Questa volta si parte per un viaggio sulle tracce della leggendaria linea sacra dell’Arcangelo San Michele. La “Linea Michelita” o “Linea di San Michele”, una linea energetica che attraversa l’Europa, collega Saint Michael’s Mount in Cornovaglia con Mont Saint Michel in Normandia, la Sacra di San Michele presso Torino, la Grotta di San Michele sul Gargano, passa per l’Isola di Simi in Grecia e arriva a Gerusalemme. Una linea retta che taglia l’Europa lungo 1000 Km esatti. Un itinerario sulla strada dei primi pellegrini, tra i paesaggi più belli del mondo, alla ricerca dei segni che un angelo non comune ha lasciato sulla terra e tra la gente comune.

Dal 12 maggio
PLUTONE - C’ERA UNA VOLTA UN PIANETA
Regia di Ruth Chao
Un viaggio lungo 4,8 bilioni di chilometri, verso l’estremo confine del sistema solare: il 14 luglio 2015, la sonda NASA New Horizons raggiungerà Plutone, a nove anni dalla sua messa in orbita. Un evento scientifico di portata storica, paragonabile per importanza all’allunaggio. Questo documentario, che mette insieme stupefacenti ricostruzioni in CGI e interventi di astrofisici, ricostruisce nei dettagli il progetto, presentando, allo stesso tempo, il pianeta più remoto e misterioso del nostro sistema solare, un “nano” di ghiaccio che è stato scoperto solo negli anni Trenta. Una serie di immagini spettacolari ci porteranno tra gli asteroidi della Fascia di Kuiper, direttamente al cospetto di Plutone e del suo gigantesco satellite Caronte. Scopriremo così perché la missione della New Horizons costituisce una tappa fondamentale nella storia dell’esplorazione dell’universo.

Dal 13 maggio
IL REGNO ANIMALE
Serie in 3 episodi
Questa serie ci accompagna in un viaggio negli angoli più esterni del nostro pianeta, attraverso vasti paesaggi governati da persone abbastanza tenaci da aver resistito alle tempeste delle più grandi prove della natura. Il nostro pianeta ospita una serie di ambienti diversi, ognuno dei quali presenta ai suoi abitanti una serie unica di sfide. Per sopravvivere qui fuori, ogni creatura selvaggia ha dovuto adattarsi per diventare uno specialista di questi regni - dai deserti espansivi e spietati ai fiumi possenti e crudeli, sino ad arrivare alle foreste più profonde e segrete. Un itinerario che costeggia le vite straordinarie delle creature che abitano i Regni Selvaggi del nostro mondo.

Dal 18 maggio
TINTORETTO - L'ARTISTA CHE UCCISE LA PITTURA
Regia di Erminio Perocco
Un racconto filmico originale ci conduce nei luoghi che videro muoversi e operare Tintoretto nella Venezia del Cinquecento, rievocando le atmosfere del tempo, le luci della città vibrante sull’acqua e i colori dei preziosi pigmenti che giungevano nella Serenissima come in nessun altro luogo e di cui Jacopo, figlio di un tintore, sapeva servirsi con straordinaria maestria. Irrequieto e caparbio, determinato nella costruzione della propria carriera, Tintoretto volle contrapporsi allo stile e alle mode del tempo, giungendo per primo a sfaldare la pennellata, a usare il non finito, imponendo prospettive diverse all’interno di uno stesso quadro, soluzioni inattese e audaci che - coniugando le esperienze della pittura, della scultura e dell’architettura - diedero vita a narrazioni complesse, storie che si svolgono dinnanzi agli occhi dello spettatore fino ad assorbirlo e a renderlo parte delle stesse. Tintoretto come un regista cinematografico ante litteram; Tintoretto che dall’esperienza del teatro (ove pure aveva lavorato) è stato capace di trasporre in pittura l’azione scenica e la forza espressiva dei movimenti dei corpi, come evidenzia il documentario con fascinosi tableux vivant; Tintoretto capace di infrangere le regole della pittura unendo la potenza del disegno di Michelangelo e la tavolozza di Tiziano: il “primo poeta maledetto della storia”.

Dal 20 maggio
MOSUL - ANNO ZERO
Regia di Philippe Blanc e Roberto Antonini
Nuovo documentario della collezione firmata da RSI Radiotelevisione svizzera italiana. Al termine di una battaglia lunga decine di migliaia di morti, Mosul è stata liberata dall’Isis, ma il prezzo pagato è altissimo: stabili sbriciolati, case sventrate, chiese e moschee fatte esplodere, migliaia di cadaveri che giacciono ancora sotto le rovine, centinaia di migliaia di profughi costretti a vivere in tendopoli. La grande città del nord dell’Iraq che si affaccia sul Tigri, gioiello culturale e culla delle grandi civiltà della Mesopotamia, è assurta a simbolo della lotta contro l’estremismo islamista ed emblema delle tragedie contemporanee. Mosul, come Aleppo o Homs in Siria, è stata teatro di un conflitto devastante che ha ripercussioni su scala mondiale. Una squadra di Falò, la trasmissione di approfondimento della RSI, si è recata lì, in quella città martoriata, per raccontarci quanto successo e per tentare di capire come è possibile immaginare un futuro per i sopravvissuti, costretti a una vita di assoluta precarietà.

Dal 23 maggio, a 30 anni dalla morte di Giovanni Falcone
MAFIA, COCAINA E COLLETTI BIANCHI
Regia di Maria Roselli e Marco Tagliabue
Di mafia non si parla mai abbastanza. Questo reportage della RSI ricostruisce il flusso del denaro sporco e apre uno spaccato sconcertante sui “colletti bianchi” ticinesi. Cocaina, o meglio tonnellate di cocaina. Un boss dell'Ndrangheta tra i più ricchi e importanti d'Europa, Cosimo Tassone, uno che i soldi non li contava più. E poi "la lavatrice Svizzera", un'agenzia finanziaria Luganese, la Viva Transfer, incaricata di cambiare in dollari i soldi che arrivavano in contanti in valigette trasportate da intermediari finanziari, per poi trasferirli in Brasile. Un nuovo titolo ad arricchire la costellazione di RSI Radiotelevisione svizzera italiana.

Dal 24 maggio
COSTRUIRE SUL COSTRUITO – PIETRO CARLO PELLEGRINI
Questo lungometraggio racconta la visione progettuale dell'architetto Pietro Carlo Pellegrini attraverso la pratica del "costruire sul costruito", il concetto di riuso e del recupero attraverso un progetto attento e spesso minuto. La narrazione muove dai cenni biografici e dall'esperienza lavorativa dell'architetto Pellegrini, la cui produzione è influenzata da molteplici suggestioni: dalla storia al paesaggio toscano al cinema neorealista, passando per il teatro e la scenografia. Architettura come "gioco”, un gioco serio, un mestiere che nel futuro dovrebbe occuparsi sempre più di soluzioni a problematiche esistenti legate al tema della ricostruzione, dell'accoglienza e dell'ambiente. Un nuovo tassello della collaborazione con Isplora, ideata per esplorare il mondo dell’architettura: un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso le storie dei grandi progetti contemporanei.

Dal 26 maggio
GHIACCIO FUSO
Regia di Paolo Bertossa e Simon Brazzola
I cambiamenti climatici stanno mettendo a dura prova il Pianeta e le sue risorse naturali: il ritiro dei ghiacciai, la deforestazione, l'inquinamento, la carenza d'acqua ad alte quote e gli incendi sono solo alcuni dei problemi che gli esperti stanno cercando di risolvere attraverso attività e progetti concreti. Il reportage di RSI ci porta nel cuore dei ghiacciai per affrontare la drammatica realtà del loro scioglimento e per scoprire le idee, talvolta originali, che mirano a salvarli. Un nuovo titolo della costellazione di RSI Radiotelevisione svizzera italiana.

CINQUANTA PASSI - LA MEMORIA DEI GHIACCIAI
Regia di Niccolò Aiazzi
Michele Cucchi è una guida alpina e un appassionato soccorritore di montagna - nel 2014 è riuscito ad arrivare in vetta al K2 - attivo in progetti ambientali volti a salvaguardare gli ecosistemi più fragili. Affiancato dai piloti di Air Zermatt - tra i più esperti in elisoccorso - recupera i corpi e gli oggetti di chi è morto nel tentativo di raggiungere la vetta del Cervino (Matterhorn), testimonianze di vite spezzate che emergono da uno stato di ibernazione a causa dello scioglimento dei ghiacciai dovuto al cambiamento climatico, mentre in Pakistan si occupa di programmi di educazione ambientale e nel villaggio nepalese di Chepuwa - un luogo intatto e primitivo - aiuta la comunità locale a confrontarsi con il crescente problema legato alla gestione dei rifiuti. Cinquanta passi è un documentario dal carattere forte, spettacolare e crudo che pone al centro il rapporto tra uomo e natura, tra presente, passato e futuro, provocando una profonda riflessione sull’esistenza e sul senso della vita stessa". Un nuovo titolo della costellazione di RSI Radiotelevisione svizzera italiana.

Dal 31 maggio
IL NAZISMO E LE MARCE DELLA MORTE
Regia di Virginie Linhart
Negli ultimi mesi della Seconda guerra mondiale, i campi di concentramento nazisti furono evacuati prima che l'avanzata delle truppe sovietiche e alleate potesse raggiungerli. Dei 700.000 prigionieri di quei campi, nel gennaio 1945 ne sarebbero morti tra 250.000 e 300.000: persone uccise dalla fame, dalla sete, dal freddo, dalla fatica, oppure fucilate durante le cosiddette “marce della morte”. Le immagini di queste marce si riducono a una manciata di fotografie scattate clandestinamente e di filmini amatoriali, come quelli che mostrano la partenza a piedi, nell'autunno del 1944, di 50.000 ebrei dal ghetto di Budapest alla volta di Vienna. Ci sono però le testimonianze di sopravvissuti come Marceline Loridan-Ivens, Simone Veil o Primo Levi, oltre che quelle di persone comuni, raccolte dalla televisione o dalla USC Shoah Foundation fondata da Steven Spielberg, una delle più grandi collezioni digitali del suo genere al mondo. Riunendo le riflessioni degli storici Christian Ingrao, Annette Wieviorka, Johann Chapoutot e Tal Bruttmann, Virginie Linhart documenta uno degli episodi più incompresi della follia irriducibile di un Terzo Reich che rifiuta di accettare la sconfitta fino agli ultimi giorni di guerra.

COVER STORIES

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FAMIGLIE
Nell’incipit di “Anna Karenina”, Tolstoj scrive: «Tutte le famiglie felici si somigliano. Ogni famiglia infelice è infelice a modo suo». Nella giornata internazionale delle famiglie proclamata dall’ONU che si festeggia il 15 maggio, Nexo+ vuole celebrare la famiglia, in qualsiasi forma, perché non esiste un solo modo di essere famiglia, ma ce ne sono infiniti. Tutti diversi e paradossalmente simili tra loro. Per questo abbiamo pensato a un’intera sezione dedicata al meglio del cinema, dei documentari, dell’arte, della danza e della musica su tutti coloro che si vogliono bene e si scelgono, giorno dopo giorno, per affrontare gioie e complicanze della vita quotidiana.

STAGIONE BIOGRAFIE
Ci sono vite che ci colpiscono così tanto da sentirle nostre, anche se non lo sono. Questa speciale cover story ripercorre le vite dei personaggi che hanno fatto la storia e di quelli che l’hanno attraversata in modo silenzioso ma sempre sorprendente. Personaggi storici e di fantasia, artisti e politici, ballerini e grandi stelle del Rock o del cinema, pittori, pittrici, scrittori, scrittrici… Uomini e donne che hanno resa la loro vita straordinaria e indimenticabile.

I FOCUS DI APRILE

HAPPY BUDDHA PURNIMA
Nel mese del Buddha Purnima, il compleanno di Buddha, Nexo+ ha preparato una speciale playlist dedicata alla magia dell’India e alle sue incantevoli storie. Al suo interno: il documentario “Yoga - I segreti di un successo” di Antonio Ferretti; il film “Il palazzo del Vicerè” con la tumultuosa storia d’amore tra due giovani durante gli anni della fine dell’impero britannico in India; “In India con i Beatles” con il racconto del soggiorno indiano dei Beatles nel febbraio del 1968; “Viaggio in India” in cui una coppia di neosposi parte alla ricerca di una risposta sulla propria diversità; il pluripremiato “Tra la terra e il cielo”, in cui personaggi tormentati e confusi approdano nella Valle del Gange, la città sacra degli indù; “Singing with Angry Bird” che narra la sfida di Jae-Chang Kim, il cantante Lirico coreano soprannominato Angry Bird, che prova a superare i pregiudizi e le resistenze grazie al canto dirigendo un coro di bambini dei bassifondi di Pune in India.

PREMIATI A CANNES
In occasione del Festival di Cannes, Nexo+ propone una speciale selezione di film premiati nella storia del festival. Dal più recente “Scompartimento N° 6 – In viaggio con il destino” di Juho Kuosmanen all’intramontabile “I diari della motocicletta” di Walter Salles; dai due capolavori di Ken Loach “Io, Daniel Blake” e “Il vento che accarezza l'erba” a “Il passato” di Asghar Farhadi; da “Le invasioni barbariche” di Denys Arcand a “Forza maggiore” di Ruben Ostlund.

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI
Per celebrare la Giornata Internazionale dei Musei il 18 maggio, Nexo+ propone una playlist dedicata a questi luoghi magici che accolgono l’arte in tutte le sue forme. Documentari straordinari daranno la possibilità di scoprire da vicino il Louvre di Parigi, il Museo del Prado a Madrid, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo dell’Innocenza di Istanbul, L'Accademia Carrara di Bergamo, l’Ermitage di San Pietroburgo e tanti altri gioielli del nostro tempo.

TITOLI A NOLEGGIO

Dal 12 maggio
LA NOTTE PIÙ LUNGA DELL’ANNO
Regia di Simone Aleandri
Il film si compie tutto in una notte: la notte più lunga dell’anno, tra il 21 e il 22 di dicembre (solstizio d’inverno) quando il sole tramonta intorno alle 16.30 e sorge l’indomani alle 7.30. Una lunga notte di una piccola città di provincia, nella quale si intrecciano, anche solo per sfiorarsi, quattro vicende personali. Un politico ad un passo dal baratro, una cubista che ha deciso di cambiare vita, un ragazzo coinvolto in una relazione con una donna molto più grande di lui e tre ventenni senza ambizioni in cerca di emozioni forti. Sullo sfondo, lo sguardo stanco e benevolo di Sergio, l’anziano benzinaio che - nella stazione di rifornimento aperta tutta notte – veglia su questo piccolo mondo. Quindici ore di buio ininterrotto in cui il destino umano si fa eccezionale, poiché la notte fa perdere gli ancoraggi del giorno e gli eventi all’improvviso subiscono un’accelerazione.

29/04/2022, 14:41