I Viaggi Di Roby

NEL MIO NOME - Lottare per poter essere se stessi


Diretto da Nicolò Bassetti, racconta le travagliate storie di quattro ragazzi che hanno un obiettivo comune: la transizione di genere. Al cinema 13, 14 e 15 giugno.


NEL MIO NOME - Lottare per poter essere se stessi
"Nel Mio Nome" di Nicolò Bassetti
Nico, Leo, Andrea e Raff sono quattro ragazzi le cui storie si somigliano molto. Hanno tutti dovuto affrontare delle battaglie per poter completare il percorso di transizione di genere, e ancora oggi continuano a lottare per poter essere accettati da una società che non li vedrà probabilmente mai “abbastanza uomini” da poterli definire tali, ma che allo stesso tempo avrà sempre bisogno di definirli in qualche modo e di forzarli a un mondo binario al quale non sentono di appartenere.

Eppure, ciò che ci insegnano le forti personalità di questi ragazzi è che non sempre c’è bisogno di etichettare ciò che si è. Si può nascere nel corpo sbagliato, scegliere di modificarsi, affrontare delle operazioni per poter essere a tutti gli effetti chi sentiamo di essere, ma si può anche sentire di non appartenere a qualcosa di ben definito: un po’ come Nico, che tra una risata contagiosa e vari spunti riflessivi, ci spiega come, nonostante l’assunzione di testosterone e l’operazione al seno lo aiutino oggi a sentirsi uomo, abbia deciso di non dimenticare il suo passato e di custodire il suo lato femminile con sé, imparando a conviverci.

La regia di Nicolò Bassetti riesce a convogliare meravigliose immagini esplicative di queste testimonianze, in grado di conferire risposte alle tante domande che i giovani, sempre più spesso, si pongono.
In poche parole, "Con il mio nome" è il documentario di cui nostro figlio potrebbe aver bisogno, è il grido di alcune persone che ogni giorno combattono contro una società ottusa, che può aiutare la società stessa a essere più accogliente e apprensiva nei confronti del prossimo, contribuendo così a un domani migliore.

09/06/2022, 09:43

Silvia Nobili