I Viaggi Di Roby

CASTROVILLARI FILM FESTIVAL 4 - La locandina
realizzata in A.I. da Andrea Gatopoulos


CASTROVILLARI FILM FESTIVAL 4 - La locandina realizzata in A.I. da Andrea Gatopoulos
Il CASTROVILLARI FILM FESTIVAL (CVFF) presenta la prima locandina di un festival di cinema realizzata con l’A.I. (intelligenza artificiale). Creata dal poliedrico artista Andrea Gatopoulos (regista selezionato quest’anno al Festival di Cannes con un cortometraggio realizzato interamente all’interno dei videogiochi), essa esprime pienamente la volontà del festival e della direzione artistica di confrontarsi e indagare il futuro, aprendosi alle possibilità offerte da una tecnologia innovativa che ci dà modo di sperimentare in maniera inedita con le immagini.

Non è un caso che le intelligenze artificiali visuali stiano incontrando proprio in questi tempi una rapidissima evoluzione. Sono anni in cui l’audiovisivo si è avvicinato all’alimentare e il processo di visione, mutato dalla bulimia delle piattaforme, assomiglia sempre di più alla digestione. Non è a caso che l’insorgenza di termini come “binge watching”, rimandi ai disturbi alimentari.
Le AI somigliano molto a degli stomaci giganteschi, capaci di digerire e riciclare, masticando il depositato visivo dell’umanità e riorganizzandolo emulandone i pattern visivi e concettuali.
Si nutre e rigurgita, dunque, risultati senza processo, saltando a pie pari il “pensiero” e utilizzando come discrimine tra risultato e scarto le nostre stesse scelte. La sua “intelligenza” non è nient’altro dunque che una summa di validazioni umane collettive, e si manifesta come una sorta di dizionario testo-immagine, uno spietatissimo specchio di cosa gli esseri umani si aspettano dalle immagini stesse. Non a caso prende una piega, attualmente, tra figure vagamente illustrative e commerciali e volti di un’espressività arresa, malinconica e cupa, da fine della felicità.
Cosa succederebbe dunque a una intelligenza artificiale nutrita solo di immagini e validazioni poetiche? Nutrita da una coscienza più attenta, meno alimentare, più autoriale? E se il nostro discrimine nell’allenare il suo gusto smettesse di seguire logiche stock, e spingesse a reputare giusto l’imprevedibile nel quale la sua originalità si manifesta? Diventerebbe allora essa stessa artistica nel senso stretto di un’entità in cerca di un senso originale e superiore? Finirebbe per emulare le nostre aspirazioni metafisiche? Comincerebbe a sognare e poi dipingere il suo sogno?
Ci è possibile solo supporre il futuro di questa tecnologia e forse è compito di ben altri esperti. Ma è attraverso questi software che, per la prima volta dalla Rivoluzione Industriale, la tecnica restituisce agli esseri umani lo sguardo che essi stessi proiettano sulla propria specie, come uno specchio deformante in grado di riflettere la coscienza collettiva.
È dalla prompt “Intelligenza artificiale che sogna di diventare umana” che è emersa questa immagine utilizzando l’applicazione Midjourney.
Un corpo robotico e umanoide mostra le sue interiora dietro la maschera umana, svelando una luce simile alla lente di una camera, che scruta chi la scruta per completare la sua metamorfosi. Si tratta del primo poster di un festival di cinema realizzato con l’intelligenza artificiale
.” - ha dichiarato Andrea Gatopoulos.

Il CASTROVILLARI FILM FESTIVAL si svolgerà dal 25 al 28 agosto 2022 nella splendida cornice del Castello Aragonese di Castrovillari e come ogni anno porterà in Calabria il meglio del cortometraggio d’autore internazionale.

Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale Chimera e finanziato della Fondazione Calabria Film Commission, dal Comune di Castrovillari, da Gas Pollino srl e dall’Ente Parco Nazionale del Pollino.

04/08/2022, 10:01