Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

IN VIAGGIO - Da Venezia 79, fuori Concorso, Papa Francesco


I viaggi di Francesco I raccontati da Gianfranco Rosi in un documentario che mostra, sin dal primo, la chiarezza di idee del suo pontificato. Italia, Brasile, Cuba, Stati Uniti, il continente africano e il sud est asiatico, i suoi itinerari seguono i temi centrali del nostro tempo. In sala dal 4 ottobre con 01 Distribution


IN VIAGGIO - Da Venezia 79, fuori Concorso, Papa Francesco
Papa Francesco
Gianfranco Rosi segue il Papa con il suo occhio capace di distinguere, selezionare, raccontare in un film ciò che accade nei suoi viaggi. Fin dal primo, quello a Lampedusa nel 2013, in un'isola all'epoca al centro della tragedia delle migrazioni dall'Africa per incontrare i lampedusani, per seguire da vicino i fatti ma soprattutto per presentarsi al mondo su una ribalta reale, non circondata dai velluti vaticani.

Francesco ha compiuto 37 viaggi in 9 anni di pontificato, alcuni molto delicati altri importanti a livello politico: da Cuba agli Stati Uniti portando avanti la sua politica di riconciliazione con quei popoli che subirono prepotenze dalla Chiesa Cattolica, una pace che passa anche attraverso le scuse pubbliche alle vittime di abusi da parte di preti e alti prelati.

Forse sono questi i due aspetti più importanti del documentario che si ferma per far riflettere, almeno coloro che si sentono in piccola parte co-responsabili in quanto fedeli, e fra capire come un semplice gesto di scuse possa far ripartire un dialogo d'amicizia.

Il perdono chiesto per le tragedie imputabili alla Chiesa, ma anche una mano a chi sta peggio, andando a visitare e a mostrare quei paesi e quei luoghi da dove spesso nasce la sofferenza dell'umanità meno fortunata.

Rosi utilizza del materiale di repertorio dell'Archivio vaticano e della Cineteca di Bologna, montando anche qualche immagine girata da lui stesso. La mano del regista è utile per rendere le notizie racconto, per stendere un filo rosso che, malgrado la quantità e la velocità di comunicazione delle news televisive, ci dà la possibilità di seguire un fenomeno con una panoramica unica, senza troppo intervenire sui contenuti e senza guardare alla quantità di spettatori collegati.

12/09/2022, 10:02

Stefano Amadio