Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

LA SECONDA VIA - Un Monumento digitale


Alessandro Garilli esordisce come regista con un lungometraggio memorabile, dal 26 gennaio al cinema.


LA SECONDA VIA - Un Monumento digitale
"La Seconda Via" di Alessandro Garilli
Un film dove si alternano fasi oniriche e crude realtà, sogni che consolano gli Alpini costretti al gelo in Russia e pericoli che si fanno sempre più vicini.

La storia segue il tragitto di un gruppo di Alpini nella ritirata di Russia, prossimi a perdere la speranza di poterne uscire vivi. Tuttavia, il ricordo dei loro cari ormai lontani li culla facendo sì che non mollino l’ultimo briciolo di lucidità a essi rimasto.
Le immagini in cui la giovane Iris (Nina Pons) e il postino Prati (Sebastiano Bronzato) vivono il loro amore spensierato: ci sono affetto, sorrisi, sensibilità e tenerezza in questo rapporto quasi adolescenziale su cui, purtroppo, l’imminente arruolamento del ragazzo ombreggia.

"La seconda via" è il fazzoletto che ha il compito di asciugare le lacrime delle madri dei figli morti in guerra. Sicuramente questo monumento in digitale non riuscirà ad asciugarle tutte, ma rappresenta un invito a non cancellare il ricordo anche proponendo film di questo genere nelle scuole dando un assaggio visivo di ciò che è successo nella Seconda Guerra Mondiale e in particolare nella Battaglia di Nikolajewka.

La fotografia spazia da toni caldi in cui regna l’amore a toni freddi, in cui si empatizza con i personaggi vittime del gelo in un realismo in grado di sottolineare la necessità di non dimenticare.

01/02/2023, 08:23

Silvia Nobili