Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

SGUARDI ALTROVE 30 - A Milano dal 10 al 18 marzo


SGUARDI ALTROVE 30 - A Milano dal 10 al 18 marzo
Sarà un’attrice intensa ed eclettica come Lina Sastri a ricevere il Premio alla Carriera durante la cerimonia di chiusura di Sguardi Altrove Film Festival, la manifestazione dedicata alla promozione del cinema a regia femminile, giunta alla sua 30ª edizione, che si terrà a Milano dal 10 al 18 marzo 2023. Evento speciale di pre-apertura, il 9 sera, sarà invece il film in anteprima Educazione Fisica alla presenza, insieme al regista Stefano Cipani, dei protagonisti Giovanna Mezzogiorno, Claudio Santamaria e Sergio Rubini.

Parteciperanno al festival oltre 70 titoli, suddivisi in 9 sezioni di cui tre competitive, due internazionali e una dedicata al cinema italiano indipendente. Tra le tante proiezioni ci sarà Roberta Torre a presentare il suo Le Favolose, Michela Andreozzi con Una gran voglia di vivere, insieme a Fabio Volo, protagonista del film e autore del libro da cui è tratto e Isabella Ragonese con la sua opera prima Rosa. Il canto delle Sirene.

Direttrice Artistica di Sguardi Altrove è Patrizia Rappazzo, madrina di questa edizione sarà l’attrice e regista Donatella Finocchiaro. Calcheranno il palco del festival anche Rocio Munoz Morales, che in veste di scrittrice presenterà il suo romanzo “Dove nasce il sole”, la regista e montatrice Esmeralda Calabria, e la regista austrica Marie Kreutzer, protagonista di un omaggio alla sua cinematografia.

La locandina di quest’anno, è uno scatto dal titolo Materic Water #2 della fotografa Bruna Rotunno, già ospite al festival nel 2010 per la mostra coprodotta con Triennale di Milano dal titolo Shangai 24 hours.

La 30ª edizione di Sguardi Altrove Film Festival verterà sui temi della sostenibilità ambientale, diritti umani, inclusion e diversity. Riflessioni sulle emergenze climatiche e umanitarie attuali portano a due focus centrali della manifestazione, l’acqua, con la sua mancanza e il contrasto tra siccità prolungate e frequenti inondazioni, con la retrospettiva Immersioni e un panel dedicato, in collaborazione con Statale di Milano. Poi la Rivoluzione delle donne iraniane, con un omaggio alla regista Firouzeh Khosrovani, arrestata a maggio e in attesa di condanna, con la collaborazione della Commissione Pari Opportunità del comune di Milano e dell’ufficio di rappresentanza a Milano del Parlamento Europeo.

01/03/2023, 09:35