Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

BAFF 21 - A Busto Arsizio dal 15 al 21 aprile


BAFF 21 - A Busto Arsizio dal 15 al 21 aprile
Una cinepresa gigante che ospita alcuni professionisti al lavoro per la realizzazione di un film, davanti a loro il regista e un operatore, sullo sfondo il Museo del Tessile di Busto Arsizio.
È questa l’immagine rappresentata sulla locandina della ventunesima edizione del B.A. Film Festival, in programma dal 15 al 21 aprile 2023.

L’autore è Micol Buti, giovane illustratore che vive e lavora in un piccolo borgo vicino a Lucca. Buti ama lavorare in stop motion e creare illustrazione 3D evocative e ricercate, utilizzando la carta come materiale principale. Dona vita alle sue immagini giocando con elementi reali, luci e un pizzico di pazienza. Ha collaborato con realtà come Attaccapanni Press e Zetalab per il progetto “The Milaneser”.

«Nell’illustrazione del manifesto del BA Film Festival ho voluto dare valore a ciò che sta dietro la macchina da presa - spiega l’artista - un mondo fatto di maestranze che interagiscono tra di loro durante le fasi di produzione di un film e che danno vita alla magia del cinema, in una meta-visione in cui tutto viene ripreso dall’occhio della telecamera che, sotto la guida del regista, cattura la coralità in un tutt’uno visivo».

La particolarità di questa locandina è che sarà realizzata anche in versione tridimensionale e verrà esposta allo Spazio Festival, in piazza San Giovanni, per tutta la durata della manifestazione.

Per quanto riguarda invece i contenuti del festival, c’è ancora tempo fino al 18 marzo per partecipare al concorso Baff in corto, riservato a cortometraggi di finzione o di animazione, realizzati nel 2022, della durata massima di 15 minuti (inclusi titoli di coda).

Tra tutti i corti pervenuti, la Direzione Artistica del BAFF sceglierà i 10 finalisti, che saranno proiettati all’interno della programmazione del Festival. Una giuria, composta dagli studenti dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni e presieduta da un personaggio del mondo dello spettacolo, decreterà il vincitore, ospite nella serata conclusiva della manifestazione.

Il vincitore avrà inoltre la possibilità di usufruire della consulenza di un docente dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni per la realizzazione di una futura produzione, per una fase a scelta tra sceneggiatura, produzione, regia, montaggio o post-produzione.

I cortometraggi dovranno essere inviati tramite la piattaforma FilmFreeway, insieme al materiale richiesto nel regolamento. La quota di iscrizione è di 5,00 Euro.

03/03/2023, 08:53