!Xš‚‰

CANNES 2023 - Presentata la coproduzione italo-cinese
"A Good for Nothing - Il Volpone Sorridente"


CANNES 2023 - Presentata la coproduzione italo-cinese
Le Marche protagoniste oggi all’Italian Pavilion durante il Festival di Cannes 2023 con la presenza di Fondazione Marche Cultura - Marche Film Commission in uno spazio dedicato al confronto e allo scambio di idee e progetti per il futuro in campo culturale e cinematografico.

Insieme al Presidente della Fondazione Marche Cultura Andrea Agostini e al Responsabile di Marche Film Commission Francesco Gesualdi, sono interventi Laura Delli Colli, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani – Premi Nastri d’argento, che ha moderato l’incontro, Cristina Priarone, presidente di Italian Film Commissions e direttrice Roma Lazio Film Commission, Roberto Stabile, Responsabile internazionalizzazione ANICA e Marco Müller, produttore artistico già direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Presenti in sala, tra gli altri, Nicola Borrelli Direttore Generale Cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura, Francesco Rutelli Presidente ANICA e Concita De Gregorio Direttrice di The Hollywood Reporter Roma.

Andrea Agostini ha portato i saluti del Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli che con la nuova campagna “Scopri le Marche” vuole lanciare e far conoscere le Marche oltre i propri confini.
“Niente come il cinema e l’audiovisivo – ha aggiunto - può traghettare la bellezza di un territorio e le proprie caratteristiche, nel caso delle Marche anche il saper fare e l’operosità della propria gente.”

Francesco Gesualdi ha parlato del rinnovato slancio regionale verso il comparto cineturistico e del fondo di 16 milioni di euro per le produzioni audiovisive internazionali e nazionali che la Regione Marche ha messo a disposizione per accogliere progetti che sappiano valorizzare la nostra regione.

“Noi ci impegneremo molto anche per far crescere il territorio e le piccole produzioni – spiega Gesualdi - faremo formazione per i produttori ma anche per le maestranze locali.
È necessario anche stimolare la scoperta d’illustri personaggi marchigiani, come l’eroico Pasquale Rotondi, per onorare la loro memoria e tutta la storia del territorio.”

Cristina Priarone ha rilanciato la disponibilità delle film commission italiane a collaborare come sistema Italia a supporto delle produzioni audiovisive nell’ottica di una maggiore attrattiva per il mercato internazionale. “Grazie all’approccio dei soci – afferma Priarone - la promozione di ogni specificità prende un vigore più ampio quando lo si porta avanti con collaborazione”

L’ospite d’onore dell’incontro è stato Marco Müller, produttore artistico attualmente di base in Cina, che per molti anni ha diretto la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e la Festa del Cinema di Roma.

“Poiché vivo e lavoro a Shanghai ormai da anni – afferma Müller - rappresento la Cina qui perché sono Direttore del centro di ricerca d’arte cinematografica all’Università di Shanghai.

“Le Marche hanno nel loro dna un rapporto con il cinema cinese – continua Müller - anche grazie al Festival Internazionale di Cinema di Pesaro che è stato il più grande centro di pubblicazioni sul cinema orientale negli anni ottanta.”

Müller ha realizzato, in collaborazione con il Ministero della Cultura cinese e la Jean Vigo di Elda Ferri, una nuova co-produzione italo cinese che verrà realizzata a Shanghai, Roma e in gran parte nelle Marche.

Il film dal titolo “A good for nothing - il volpone sorridente”, è una commedia Shanghaiese ambientata negli anni '90; l'inizio riprese è previsto in Cina in ottobre 2023, mentre le riprese in Italia si svolgeranno a primavera 2024.
A seguito dei sopralluoghi da poco effettuati in Italia con la collaborazione di Marche Film Commission nelle zone di Ancona, Fermo (Montegranaro e Monte Urano), Loreto, Numana, Marcelli, Porto Recanati il regista ha confermato con entusiasmo la propria scelta di girare in quella regione.

"Una coproduzione italocinese nelle Marche - afferma Agostini - vuol dire relazioni commerciali con prospettive e opportunità nel segno della internazionalizzazione presentando le Marche alla Cina e al mondo. Infatti “il cinema è un biglietto da visita della nostra nazione”, dice il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, durante la cerimonia di presentazione dei candidati ai premi "David di Donatello" al Quirinale, e sommessamente aggiungo "straordinario". L'audiovisivo mostra la terra e i suoi protagonisti, racconta storie di luoghi e di uomini, crea interesse, innamora. Il cinema porta turismo e nel farlo, essendo azienda, vive di professionalità, quindi di formazione e sviluppo delle competenze e delle relazioni. La produzione cinematografica porta economia al territorio e al contempo ne diffonde il valore in ogni mercato, veicolando la nostra cultura, i nostri valori. Quale altro biglietto da visita può tanto? Salutiamo e sosteniamo con vivo apprezzamento questo nuovo corso della nostra narrazione."

“Accogliamo con grande soddisfazione questa collaborazione italo-cinese – aggiunge Francesco Gesualdi - che ospiterà nel nostro territorio un film di grande importanza diretto e interpretato da Yu Ailei, un personaggio di spicco del mondo dello spettacolo cinese che ha al suo attivo numerosi film presentati in concorso al Festival di Cannes e Berlino. Il nostro obiettivo è aprirci alle coproduzioni internazionali, oltre che sostenere le produzioni nazionali, per promuovere il nostro territorio e la nostra cultura.”

22/05/2023, 17:09