TersiteFilm
!Xš‚ť‰

FESTIVAL DEI POPOLI 64 - Il programma del 5 novembre


FESTIVAL DEI POPOLI 64 - Il programma del 5 novembre
La tragedia del Melarancio, il racconto del dramma accaduto nella galleria vicino Firenze, dove persero la vita 13 bambini esattamente 40 anni fa, sarŕ raccontata in prima italiana nel documentario “Dalla parte sbagliata” di Luca Miniero in programma nella seconda giornata del Festival dei Popoli, domenica 5 novembre 2023, al cinema La Compagnia di Firenze (ore 15, ingresso 6 euro). Il documentario - in concorso italiano - sarŕ presentato dal regista stesso e racconta uno dei piů gravi incidenti stradali avvenuti in Italia, quello del 26 aprile 1983 nella galleria del Melarancio vicino Firenze. Nell’impatto persero la vita undici bambini di tredici anni, quelli seduti nella parte sinistra del bus, fatalmente la parte sbagliata. A distanza di quarant’anni, la classe della scuola media “Nicolardi” del quartiere Vomero Arenella di Napoli si riunisce per un pranzo, non una rimpatriata come tutte le altre.

La giornata inizia con l’anteprima assoluta di “Galileo (R)evolution - Il Cammino della Scienza” di Carlo Borean alle 11 al cinema La Compagnia (ingresso gratuito), nell’evento promosso dalla Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro. Il documentario va alla ricerca degli eredi di Galileo Galilei, in un parallelismo tra la vita del genio e la sua lezione riflessa nelle imprese di alcuni giovani ricercatori e scienziati contemporanei che, oggi come ieri, tra sfide e successi, dedicano una vita a servizio del nostro progresso.

Dopo la proiezione de “Dalla parte sbagliata”, il programma prosegue alle 16.45 con “The Mother of All Lies” di Asmae El Moudir (concorso internazionale), un viaggio della regista indietro nella sua infanzia, esplorando il passato in Marocco, nel quartiere di Casablanca dove č cresciuta, a partire dalla “rivolta del pane” la regista indaga sul rimosso di una famiglia e di un intero paese.

Cinema di domani e d’avanguardia, dalle 18.45 con l’ultimo lavoro di Tatiana Huezo, a cui č dedicata una retrospettiva in questa edizione del festival, “El eco”, presentato al Festival di Berlino 2023, ricevendo il premio per la Miglior regia della sezione Encounters e il Miglior documentario. Il film, che include anche elementi di finzione, ritrae i bambini di un villaggio isolato “El Echo”, negli altopiani messicani, dove questi si prendono cura dei loro anziani. In serata, alle 20.30 al via invece “Wicked Games: Rimini Sparta” di Ulrich Seidl, versione combinata e ampliata del dittico del regista austriaco sul desiderio inappagato e sul dolore di ritrovarsi. La storia vede tre uomini, due fratelli e il loro padre, il cui passato li raggiunge: l'ex star crooner Richie Bravo insegue la sua gloria sbiadita in una Rimini invernale quando la figlia adulta si fa viva all'improvviso, chiedendo soldi, e il suo mondo inizia a crollare. Nel frattempo, suo fratello minore Ewald cerca di ricominciare da capo in un angolo remoto della Romania, mentre in una casa di cura in Austria il padre gira a vuoto.

La sezione per i piů giovani, Popoli for Kids and Teens, inizia invece al Cinema Astra a Firenze alle 10 con l’evento Popoli Young Jury Day, dove una giuria di giovani visionerŕ 3 film scelti per loro e ne eleggerŕ il vincitore (evento riservato), mentre alla stessa ora al PARC si terrŕ il laboratorio “Scoprendo il reale con la magia del cinema”, a cura di Echivisivi (da 7 a 10 anni, su prenotazione). A Prato, al Teatro Cinema Terminale dalle 10.30 al via le proiezioni e il laboratorio “Sul sentiero delle idee” a cura dell’associazione L’Aleph (per bambini dai 3 ai 6 anni, su prenotazione), con “Go away, Alfred” di Célia Tisserant e Arnaud Demuynck, “To be sisters” di Anne-Sophie Gousset e Clément Céard, “Ursa - The song of the northern lights” di Natalia Malykhina e “Some thing” di Elena Walf.

04/11/2023, 11:23