I Viaggi Di Roby
Constantin Costa-Gavras

12/02/1933
Loutra Heraias, Grecia

Constantin Costa-Gavras


Biografia:
Costa-Gavras, pseudonimo di Kōnstantinos Gavras (Loutra Iraias, Grecia, 1933), a 22 anni si trasferisce a Parigi per studiare all’Institut des Hautes Études Cinématographiques (IDHEC), esordendo come assistente alla regia per autori come René Clair e Jacques Demy. Il suo primo film, Compartiment tueurs (The Sleeping Car Murders, 1965), poliziesco ampiamente elogiato dalla critica, riuniva alcuni degli attori francesi più noti del periodo, come Yves Montand e Simone Signoret, così come il successivo Un homme de trop (Shock Troops, 1967), adattamento di un romanzo di Jean-Pierre Chabrol ambientato durante la resistenza francese, con Michel Piccoli. Con Z, ispirato al testo di Vasilīs Vasilikos, la sua consacrazione mondiale è stata coronata da due premi al Festival di Cannes nel 1969 (Premio della giuria e Prix d’interprétation masculine a Jean-Louis Trintignant), da due Oscar nel 1970 (Miglior film straniero e Miglior montaggio), e da decine di altri riconoscimenti. Il taglio politico presente nel film si ritroverà anche in molti dei titoli successivi, come L’aveu (The Confession, 1970), Hanna K. (1983), Betrayed (1988) e Music Box (1989), per cui Costa-Gavras ha ricevuto l’Orso d’oro alla Berlinale nel 1990, oltre a una candidatura agli Oscar per la protagonista Jessica Lange. Nel 1979, il regista si è invece ispirato a un romanzo di Romain Gary per Clair de femme (Womanlight), dramma intimista con Romy Schneider e Yves Montand. A questo titolo ha fatto seguito il suo primo film americano, Missing, con cui nel 1982 ha ottenuto la Palma d'oro e il premio per il miglior attore, andato a Jack Lemmon, al Festival di Cannes, e nel 1983 un Oscar per la miglior sceneggiatura non originale. Conseil de famille (Family Council, 1986), con Johnny Hallyday e Fanny Ardant, ha segnato l’incursione di Costa-Gavras nella commedia, mentre La petite apocalypse (The Little Apocalypse,1993), fra le sue opere più premonitrici, tramite la satira scoperchiava il cinismo della sinistra intellettuale fattasi classe dirigente. Con Mad City (1997), interpretato da Dustin Hoffman e John Travolta, Costa-Gavras ha ritratto le mistificazioni del giornalismo televisivo, per poi realizzare, nel 2002, uno dei suoi film più discussi, Amen. (2002) e, nel 2005, Le couperet (The Ax, 2005). Nel 2009, il regista ha intrapreso un'odissea moderna con Eden à l'Ouest (Eden Is West, 2009), in cui Riccardo Scamarcio veste i panni di un migrante in fuga dal proprio paese. Il film più recente di Costa-Gavras è Adults in the Room (2019), sulla crisi finanziaria esplosa in Grecia nel 2015. Il regista è anche apparso come attore in tre film di John Landis: Spies Like Us (1985), The Stupids(1996) e Burke and Hare (2010). Nel 2007 è stato rieletto Presidente della Cinémathèque Française, carica che riveste tutt’ora.
(ultima modifica: 08/06/2022)