Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi


Altro


Benito Urgu


Filmografia dal 2000:
2018 » L'Uomo che Compro' la Luna: attore (Badore)
2016 » Bianco di Babbudoiu: attore (Filippino Rasotti)
2014 » doc Che il mio Grido giunga a Te: partecipazione
2013 » L'Arbitro: attore (Prospero)
2012 » E io non Pago - L'Italia dei Furbetti: attore
2012 » doc L'Insolito Ignoto - Vita Acrobatica di Tiberio Murgia: partecipazione
2008 » Un'Estate al Mare: attore (Ep. "La Signora delle Camelie")

Biografia:
Per alcuni è un comico, per altri un cantante, per tutti i sardi è un personaggio amato che incontra sempre il favore del pubblico. Che si esibisca nelle piazze dei paesi, o appaia in trasmissioni televisive nazionali, il gradimento degli spettatori è assicurato grazie al suo spirito goliardico e al suo acuto senso dell’umorismo. Nasce il 12 gennaio 1939 a Oristano e a diciotto anni scappa di casa per unirsi al circo Armando. Non è ancora rientrato. Quelli del circo sono anni fondamentali per la sua crescita artistica nei quali impara ‘la difficile arte di far ridere’. Riferendosi a quegli anni, li definirà ‘la mia università’ . Comincia a muovere i primi passi della sua carriera musicale sul finire degli anni ’50 come cantante del gruppo musicale “Gatto Nero ENAL” (in seguito ribattezzato “I nuraghi”) , proponendo sia i brani delle classifiche di quel periodo, sia alcuni pezzi di propria composizione come Su twist 'e Giuannica e Gambale Twist che diverranno poi i suoi cavalli di battaglia. Nei primi anni '60 Benito si unisce al gruppo oristanese dei “Barrittas” e partecipa al concorso “L’Arpa d’oro” di Ozieri con il brano Whisky, birra e Johnny Cola, che diventa subito un vero e proprio cult. Il successo nazionale arriva con il brano Sexy Fonni (Edizioni CDG 1974) che ‘uccide’ il genere della canzone sexy con l’ironia. Solo a Milano ha venduto centomila copie. Sul finire degli anni ’70, il nuovo gruppo di Benito è “I Porsei”, e con loro presenta nelle piazze di tutta la Sardegna, uno spettacolo comico-musicale che può essere considerato il suo primo varietà. Il Benito comico è quello degli anni ’80: che portano alla messa in scena di diversi spettacoli come Visitors, Polvere di stelle, La Prefica, Un giorno in pretura, Chi l'Ha visto, Ciccitta è facendo salciccia, Tuttourgu, Latte e cozze, Bugie, Tonteddu. Le audiocassette di questi spettacoli invadono il mercato regionale e fanno di Benito Urgu il grande caricaturista che tutti oggi conoscono. Benito si dice fiero di aver salvato le sorti del Senegal: non c’era in quegli anni un venditore ambulante che non proponesse le sue cassette. Arrivano gli anni ’90 che vedono Benito al fianco di Piero Chiambretti in “Prove tecniche di trasmissione” su Rai Tre. Le presenze sulla TV nazionale continuano in “Piacere RaiUno” con Toto Cutugno, “La piscina” su RaiTre, e nella fiction “Casanostra”. Negli anni 2000 Benito lavora con Giorgio Panariello a “Torno Sabato”, ancora con Chiambretti in “Markette” e “Markette doppio brodo” su La7 e con Nino Frassica in “Suonare Stella” su Raidue. Lavora anche con Carlo Conti per tre anni di seguito nella trasmissione “I Migliori Anni”.
(ultima modifica: 06/09/2013)