Sudestival 2020

Visioni Italiane - Officinema




Bando per cortometraggi (Visioni Italiane)




Possono prendere parte al concorso corto e mediometraggi di qualsiasi formato - sia pellicola che supporto magnetico - purché di recente produzione, e di qualsiasi genere. Esiste una sezione dedicata al documentario, Visioni Doc, e un concorso a tema fisso legato all'ambiente, Visioni ambientali. All'interno del festival un concorso anche per progetti di lungometraggio, Officina delle opere prime.

costo d'iscrizione: gratis
scadenza del bando: 15/11/2009
mese dell'evento: febbraio 2010

premi:
1.000 euro per la sezione corti + 3.000 Euro in pellicola cinematografica offerti dalla Kodak
1.000 euro per la sezione Visioni doc
500 euro per la sezione Visioni ambientali

modalità d'iscrizione:
Iscrizione on line sul sito www.visionitaliane.it o http://www.cinetecadibologna.it/visioni/subscribe

link da cui scaricare la documentazione per l'iscrizione:
» http://www.visionitaliane.it
Data: 24/02/2010 - 28/02/2010
Luogo: Bologna, Italia
Periodo: Febbraio
Sito Web: http://www.cinetecadibologna.it
Ostello: San Sisto
Descrizione:
Visioni Italiane nasce nel 1994 per dare a spazio a tutti quei lavori dal formato irregolare che ogni anno vengono realizzati dai giovani autori sul territorio nazionale e che rimangono per lo più invisibili: cortometraggi, documentari, film sperimentali, opere d’esordio in cerca di una distribuzione. Gli anni Novanta hanno visto il proliferare in Italia di tanti piccoli festival che, dopo poche edizioni, hanno chiuso i battenti: ciò non è accaduto a Visioni Italiane perché la Cineteca di Bologna ha creduto fosse importante dare spazio in modo continuativo alle opere dei giovani autori, seguendo il loro cammino professionale e offrendo un luogo di confronto con altri autori e con il pubblico. Diversi sono i registi passati da Visioni Italiane e poi approdati al lungometraggio, diventati noti a livello nazionale e internazionale: Gianni Zanasi, Matteo Garrone, Daniele Gaglianone, Gianluca Tavarelli, Paolo Genovese, Luca Miniero, Francesco Amato, Salvatore Mereu, Francesco Munzi, i fratelli De Serio e tanti altri.