I Viaggi Di Roby

Cast


Soggetto:
Jacopo Jenna

Sceneggiatura:
Jacopo Jenna

Musiche:
Francesco Casciaro

Montaggio:
Jacopo Jenna

Suono:
Francesco Casciaro (Sound Design)

Coreografie:
Jacopo Jenna

Found Choreographies


Director: Jacopo Jenna
Year of production: 2021
Durata: 11' 24''
Tipology: documentario
Genres: arte
Country: Italia
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore e bianco/nero
Titolo originale: Found Choreographies

Storyline: Found Choreographies di Jacopo Jenna – progetto sonoro di Francesco Casciaro – è un’opera video che parla della danza a partire dalle rappresentazioni della danza stessa, realizzata con il sostegno di OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, in collaborazione con Mattatoio, Prender-si cura, a cura di Ilaria Mancia (Roma).

"Found Choreographies" riflette sulla materia intangibile di cui è fatta la danza, liberando la sua immediatezza linguistica dalla forza dell’immagine a cui spesso viene ricondotta, attraverso un climax visuale che porta dal movimento della mano a un’evoluzione della materia cinetica fino alla sua eclissi e celebrazione, in un gioco avvincente di significati e associazioni.

Sito Web: http://www.jacopoj.it/?portfolio=found-choreogr...

"Found Choreographies" è stato sostenuto da:
OGR - Officine Grandi Riparazioni di Torino
Mattatoio
Prender-si cura


Note:
"Found Choreographies" di Jacopo Jenna, progetto sonoro di Francesco Casciaro, è un’opera video che parla della danza a partire dalle rappresentazioni della danza stessa, realizzata con il sostegno di OGR - Officine Grandi Riparazioni di Torino, in collaborazione con Mattatoio, Prender-si cura, a cura di Ilaria Mancia (Roma).

L’opera è un cut-up serrato derivato dal progetto performativo Alcune Coreografie (2020) e da quello educativo, di trasmissione e incorporazione del movimento dell’archivio Désir Mimétique (2017-2020). Un esercizio dialettico di montaggio con audio curato dal musicista Francesco Casciaro, composto con intenzionale asimmetria temporale ritagliando brandelli di “found footage” della storia della danza e della performance, attraversando il cinema e internet, in cerca di una materia cinetica sensibile. Un flusso di immagini decontestualizzate per essere ripensate nel presente in una nuova forma, per ricercare altri significati, come se la sostanza delle cose esistesse soltanto nel non-luogo del distacco.


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto