I Viaggi Di Roby
locandina di "Fuori Centro"

Fuori Centro


Regia: Sandro Fabiani
Anno di produzione: 2018
Durata: n.d.
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia
Paese: Italia
Produzione: Centro Socio Educativo "L'Aquilone", Coop Casa della Gioventù di Senigallia
Distributore: n.d.
Data di uscita: 27/01/2019
Formato di proiezione: DCP, colore
Titolo originale: Fuori Centro

Sinossi: Un gruppo di amici, ospiti di un centro socio-educativo diurno per disabili, decide di pianificare una fuga perché ognuno vuole realizzare il proprio sogno, tutti vogliono essere padroni del proprio destino e agire in autonomia. Un film scritto e diretto da Sandro Fabiani e realizzato con gli utenti del Cesr “L’Aquilone” di Mondavio (Pesaro Urbino), gestito dalla Casa della Gioventù di Senigallia che segue 17 disabili maggiorenni con deficit intellettivo medio-grave. Il film, realizzato con il sostegno della Regione Marche e di privati, è stato girato in 18 mesi, ispirandosi alla vita, ai sogni e alle aspirazioni dei protagonisti.

Sito Web: https://www.facebook.com/fuoricentrofilm/

"Fuori Centro" è stato sostenuto da:
Regione Marche
Fondazione Marche Cultura
Marche Film Commission
Venice Film Commission
Comune di Mondavio
Banca di Susa
Linon Club


Note:
Questo film è un progetto nato all'interno di un centro socio educativo, il Centro Socio Educativo “L’Aquilone”.
Sono stati coinvolti tra professionisti, volontari e comparse, più di 200 persone: si è trattato, dunque, di un grande lavoro di integrazione.
La stesura della sceneggiatura è stata fatta con gli attori che hanno raccontato i loro sogni, i loro desideri: a parte due casi (vivere sull'Isola che non c'è; fare l'attore professionista), si è scoperto che i loro sogni corrispondono a ciò che per noi è la normalità, la vita quotidiana: avere un fidanzato, una famiglia, vivere e muoversi in autonomia, una serata in discoteca...
Partendo da questi spunti è stata scritta una storia di fiction che è diventata la sceneggiatura del film "Fuori centro".
Il film vuole affermare l’importanza della diversità come ricchezza, della libertà e del sogno come valori assoluti, imprescindibili e appartenenti ad ognuno.
Racconta, inoltre, come può accadere che da una reale apertura alle esigenze dell’altro, dalla tenacia e da una solida base organizzativa possano scaturire risultati a volte insperati, come l'autonomia, traguardo di solito e difficilmente raggiungibile nella dimensione comune in cui viviamo.


Video


Foto

Notizie