Meno di 30
I Viaggi di Robi

Il film concerto dei Rolling Stones di
Martin Scorsese apre la 58. Berlinale


Il film concerto dei Rolling Stones di Martin Scorsese apre la 58. Berlinale
Il film concerto dei Rolling Stones Shine A Light di Martin Scorsese aprir la Berlinale il 7 febbraio, con la partecipazione del regista e della band.
Scorsese ha messo insieme un talentuosa squadra di cameramen per catturare la pura energia della pi grande rock band del mondo in due concerti a Beacon Theatre di New York, il 29 ottobre e 1 novembre 2006. Sono stati filmati pi di 150.000 metri di pellicola, utilizzando ben 16 cineprese. I due concerti, con le partecipazioni di special guest come Jack White dei White Stripes, Christina Aguilera e Buddy Guy, costituiscono il cuore del film. Shine A Light include anche raro materiale di archivio, filmati da dietro le quinte e interviste. Con lampio materiale di ripresa ed il suo stile delicato, Scorsese ha creato uno straordinario evento filmico musicale, permettendo al pubblico di entrare in contatto con aspetti inediti dei Rolling Stone.
Il direttore della fotografia Robert Richardson (The Aviator, JFK) ha supervisionato un team di altrettanto illustri direttori della fotografia: John Toll (Lultimo Samurai, Braveheart), Andrei Lesine (la trilogia del Signore Degli Anelli, King Kong), Stuart Dryburgh (Lezioni di Piano, Il Velo Dipinto), Robert Elswit (Magnolia, Good Night and Good Luck), Emmanuel Lubezki (Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi, Il mistero di Sleepy Hollow), Ellen Kuras (S.O.S. Summer of Sam - Panico a New York, Se mi lasci ti cancello).
"Shine A Light" stato prodotto dalla Shangri-La Entertainment di Steve Bing e dalla Concert Promotions International del tour promoter dei Rolling Stones Michael Cohl.
Siamo estremamente fieri di avere lanteprima mondiale di questo grande film come apertura del festival, ha detto il direttore artistico della Berlinale Dieter Kosslick. Martin Scorsese ha catturato la pura essenza di una rock band icona del grande schermo.

15/01/2008, 22:06

Daniele Baroncelli