Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Intervista al regista Luca Biglione sul film "Ultimi della Classe"


Abbiamo intervistato, durante la 5. Edizione del Magna Grecia Film Festival, il regista Luca Biglione, autore del film generazionale "Ultimi della Classe": "Non credo che esista un vero genere e nel mio caso un tipo di film che ho tratto come spunto la commedia allamericana in stile American Pie.


Intervista al regista Luca Biglione sul film
Il regista Luca Biglione
Prima di arrivare alla regia, stato sceneggiatore e tra i diversi generi, si ritrovato a trattare con il remake, firmando LAllenatore nel Pallone 2. Perch oggi va cos di moda riproporre dei cult degli anni 60 e 70 ?
Luca Biglione: Sono prevalentemente delle operazioni commerciali. In questo caso il film andato bene, perch dietro cera un grande marchio. Ma credo che cos vada il cinema oggi. Basta un attore, un romanziere, una tematica in particolare per trascinare la gente a cinema.

Nel 2000 si lanciato nel progetto Elena 83, in cui gi parlava di nick e piccole telecamere digitali. Oggi in Ultimi della Classe si parla di blog e telefonini di ultima generazione. E una coincidenza che in entrambi i casi lei abbia deciso di ricorrere alle nuove tecnologie?
Luca Biglione: Sono due storie diverse. Nel primo caso la sperimentazione era dovuta alla totale soggettiva che le quattro ragazze adottavano per guardarsi lun laltra, in un momento in cui non si parlava ancora di Grande Fratello. Il fatto che per il cinema questo pu essere il domani, ma per i giovani gi ieri. Mio figlio che ha diciannove anni, mi ha dato una grossa mano per la realizzazione di Ultimi della Classe, perch totalmente proiettato nel mondo di internet.

Nel cast della sua opera prima sono numerosissimi gli emergenti, da Sara Tommasi a Natalie Rapti Gomez. Com stato lavorare con attori cos giovani e forse ancora inesperti?
Luca Biglione: Devo essere sincero? Rispetto a qualche anno fa, questi sono davvero tosti. Sanno cosa vuol dire lavorare e per le scene di pianto c stato chi si chiuso in bagno per venti minuti per rendere la scena totalmente credibile. Dei giovani pazzeschi che a differenza di alcuni che anni fa prendevano con sufficienza questo mestiere, oggi sanno davvero con cosa hanno a che fare.

Dopo Notte Prima degli Esami e il sequel, si continuano a girare film tra i banchi di scuola e la gente corre numerosa in sala. Qual il segreto di questo successo?
Luca Biglione: Non credo che esista un vero genere e nel mio caso un tipo di film che ho tratto come spunto la commedia allamericana in stile American Pie. Forse i ragazzi continuano ad andare in sala perch si sentono raccontati e i grandi hanno voglia di rivivere con un pizzico di malinconia gli anni pi belli, quelli dei banchi di scuola.

23/07/2008, 17:22

Antonio Capellupo