I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Festival di Roma 2008: La spietata RAF e la gentilezza di Steno


Festival di Roma 2008: La spietata RAF e la gentilezza di Steno
La terza giornata del Festival Internazionale del Film di Roma si aperta con la proiezione stampa del film tedesco "La Banda Baader Meinhof" di Uli Edel, gi autrice di "Christiana F. - Noi i Ragazzi dello Zoo di Berlino" La pellicola narra le vicende del gruppo terroristico della RAF (Rote Armee Fraktion), uno dei movimenti pi sanguinari di "protesta" degli anni '60-'80 della ex Germania Ovest. La nota giornalista di sinistra Ulrike Mainhof si avvicina al movimenti studenteschi e capisce che riportare "freddamente" delle eventi sui quotidiani nazionali non porteranno nessun cambiamento reale. Per questo entra in contatto con Andreas Baader e Gundrun Ensslin, due "rivoluzionari" autori di atti terroristici ed insieme fondano la RAF. Il film arricchito da un cast eccezionale (Martina Gedeck, Moritz Bleibtreu, Johanna Wokalek, etc.), formato dai migliori attori tedeschi del momento e dall'ottima fotografia di Rainer Klausmann.

Nella giornata sono stati proiettati due documentari, "Parlami di Me" di Brando De Sica e "Steno, Genio Gentile" di Maite Carpio, lavori incentrati su due delle famiglie cinematografiche italiane, quella dei De Sica e quella dei Vanzina. "Parlami di Me" un omaggio al teatro ed alla famiglia De Sica. In un ora e quaranta, il regista Brando, figlio di Christian, ha filmato l'omonimo spettacolo teatrale del padre. Tra ricordi su Vittorio De Sica e canzoni di Liza Minelli e Sinatra si scopre lentamente un Christian De Sica diverso da quello che tutti conoscono per i "cinepanettoni" natalizi. Il film sar distribuito da Filmauro, come ha confermato lo stesso De Laurentiis i conferenza stampa: Christian De Sica ha parlato anche dei suoi futuri progetti cinematografici, specie della possibilit di vederlo per la prima volta in un ruolo drammatico "Per ora non ho firmato nessun contratto, ma forse dovrei partecipare al prossimo film di Grimaldi tratto dal libro di Edoardo Nesi L'Et dell'Oro, le cui riprese dovrebbero iniziare il prossimo aprile a Prato".

Alla presenza in sala dei fratelli Vanzina, Enrico Montesano, Armando Trovajoli ed Ettore Scola si svolta per la sezione Extra - L'Altro Cinema la proiezione del documentario su Stefano Vanzina, in arte Steno, "Steno, Genio Gentile" di Maite Carpio. La regista spagnola ha mostrato con tenerezza e dolcezza le mille sfaccettature di un regista, ancor prima uomo e signore nella vita, mostrando lo spessore della persona, che come ha dichiarato nell'incontro con il pubblico " ci che ha fatto di Steno un artista". La vita di Steno narrata di pari passo con la lettura, da perte di Enrico Vanzina, di "Steno, Sotto le Stelle del 44" il diario del regista pubblicato da Sellerio. Nell'incontro, moderato da Mario Sesti e Sanguinetti, Carlo ed Enrico Vanzina hanno parlato di suo padre, dei loro ricordi e della profonda amicizia che legava Steno e Fellini, tanto che avevano deciso di fare un film insieme, dal titolo "Le Ciccione Volanti", progetto mai realizzato per la scomparsa di entrambi i registi.

In serata, stato proiettato in anteprima per la stampa il film in concorso di Matteo Rovere" Un Gioco da Ragazze". La pellicola, vietata ai minori di 18 anni, Descrive la vita di tre "cattive ragazze" diciasettenni, belle, ricche e senza problemi. Rovere mette in scena una giovent senza ideali, dove il sesso e la droga, i soldi sono l'arma letale che le tre ragazzine sfoderano per ottenere ci che vogliano nella vita. Buna l'interpetazione di Chiara Chita nel ruolo della protagonista Elena, che trascina in un "gioco pericoloso" il nuovo profesore di italiano, Mario Landi (Filippo Nigro), che cercando di cambiare qualcosa nella vita della ragazza entra inconsapevolmente nella perfida trappola allestita da Elena...
Il produttore Maurizio Totti ha annunciato che prima della proiezione del film che saranno effettuati dei tagli alla pellicola, visto il veto della censura, per l'uscita in sala prevista per il 7 novembre 2008 con la distribuzione della 01 Distribution.

Per concludere vi sono stati momenti di tensione all'Auditorium per una protesta degli studenti, in fermento da giorni contro la Legge Gelmini sulla Riforma della Scuola. Dopo un pacifico sit-in, i giovani sono riusciti ad entrare sul red carpet, che sono stati protamente respinti dalle forze dell'ordine. Gli studenti in segno di protesa si sono allontanati con le braccia alzate senza opporre resistenza.

25/10/2008, 12:21

Simone Pinchiorri