Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!X

Note di regia del documentario "I Believe in Miracles"


"I Believe in Miracles" un progetto creativo che nasce e si sviluppa sul set del film di Spike Lee, tra la gente che lo anima, ma prende poi una strada autonoma, originale, che prescinde dalla storia raccontata nella pellicola.
Un percorso di interviste, sulla scia di documentari come Comizi dAmore di Pier Paolo Pasolini, realizzate a caldo, tra le pause di lavorazione, con gli attori, gli autori, le maestranze e le figurazioni. Alcuni ancora vestiti con gli abiti di scena da soldati nazisti, da popolani italiani, da soldati americani o da partigiani. Interviste singole, a due, di gruppo, senza gerarchie o ruoli: tutti sullo stesso piano, a dipingere con le loro riflessioni un ritratto di gruppo dal sapore balzacchiano. Una commedia umana realizzata con un pizzico di ironia e uno sguardo aperto e positivo, cercando di evitare le trappole della vuota retorica.
Riflessioni profonde, libere e spontanee sulla Vita, sullUomo, su Dio, accompagnate dalla suggestiva ed intima musica del Premio Oscar Nicola Piovani. Parole, facce, squarci toscani e sguardi sul quel particolare microcosmo esistito per poche settimane, che si intersecano tra loro in maniera armonica, consegnandoci un unico grande racconto collettivo, che si alimenta da solo, senza la necessit di esser stimolato da domande dirette.

Un viaggio dallampio respiro, che iniziato con una semplice domanda

Do you believe in miracles?

Ci credi ai miracoli?