Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

I premi del Clorofilla Film Festival 2009


I premi del Clorofilla Film Festival 2009
Una scena del film "Fuga dal Call Center"
Tanti premi per il Clorofilla Film Festival. Nella serata finale sono stati assegnati i riconoscimenti per miglior film, corto, documentario, attore e attrice. Dopo quindici giorni di proiezioni - tra il Parco della Maremma nell'ambito di Festambiente e le Mura Medicee di Grosseto nella parte finale- per un totale di 50 tra lungometraggi, corti e documentari, il festival che promuove la nuova linfa del cinema italiano si congedato dal suo pubblico con la speranza che dopo unedizione sofferta per il budget di appena 15.000 euro, la manifestazione possa finalmente contare su finanziamenti che permettano un salto di qualit.

Due statuette per Fuga dal Call Center di Federico Rizzo che stato premiato come miglior film, mentre Angelo Pisani, il vulcanologo protagonista, ha vinto il premio come miglior attore. Il film di Rizzo stato premiato per aver trattato un argomento urgente e molto sentito, riuscendo a coniugare intelligentemente i toni della commedia sentimentale con quelli della denuncia sociale, il taglio grottesco con gli inserti documentaristici, per la freschezza della narrazione e del linguaggio visivo e per i molti personaggi delineati con tratto originale.

Valentina Carnelutti, interprete di Sfiorarsi, ha ricevuto il premio come miglior attrice per aver saputo conferire al personaggio di Cline tutte le sfumature emotive necessarie a renderlo vivo e autentico, trasmettendo al pubblico, con forza, la complessit mai enfatizzata della sua vicenda interiore.

Tra i corti si distinto LAmore un Giogo di Andrea Rovetta per la dolorosa ironia con la quale ha saputo raccontare una storia di sentimenti feriti e per lefficacia narrativa e dialogica della sceneggiatura.
Be Water, My Friend il documentario di Antonio Martino che stato anchesso premiato per aver fornito una significativa quanto toccante testimonianza su di una delle tante tragedie ambientali e conseguentemente umane di cui colpevolmente sappiamo poco.
Oltre alle sculture realizzate da Toni Spizzirri per i vincitori anche 500 euro da devolvere ad associazioni no profit.

24/08/2009, 13:01