I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Note di produzione del film "In The Market"


Note di produzione del film
Nellestate del 2007, durante la pi spensierata navigazione, mi documentavo sul mito del sogno americano. Dopo ore e ore, mi sono imbattuto in un documento della polizia del Texas.
Era un cosiddetto MISSING PERSON REPORT (rapporto di scomparsa) di tre teen-ager partiti per un viaggio da cui non hanno pi fatto ritorno. Quindi, fra gli scenari magici dei pi famosi road-movie americani, ho fantasticato sullipotetica sorte di quei ragazzi.

Potrei chiamarla deformazione professionale, perch ho pensato subito che sarebbe potuto diventare un buon film: IN THE MARKET.

Era da qualche tempo che col mio gruppo di lavoro, WHITEROSEprd., avevamo in mente di scrivere un horror. Fu cos che decidemmo dimpugnare il rapporto e di usarlo come idea base del film.
IN THE MARKET un film di genere horror che inizia come un semplice road-movie di tre amici in viaggio per poi trasformarsi in un truculento incubo splatter/slasher.

Questi potrebbero essere i giusti ingredienti per un horror che si rispetti, ma a noi non bastavano. Il nostro obiettivo era quello di creare una nuova forma di linguaggio sulla scia del moderno horror americano, il cosiddetto Splat Pack di Eli Roth (HOSTEL) e James Wan (SAW), senza per tralasciare i classici, da NON APRITE QUELLA PORTA di Tobe Hooper ad HANNIBAL di Ridley Scott, o lo splatter made in Italy di Mario Bava, Dario Argento & Co., sempre con continue citazioni al cinema di Quentin Tarantino da PULP FICTION a KILL BILL. Il tutto arricchito con un espediente narrativo di forte dimpatto emozionale come in THE DESCENT di Neil Marshall.

Lingrediente mancante che ha dato originalit ad IN THE MARKET stata lidea innovativa della location. Un horror girato dove di solito non si trovano assassini, ma gente comune che fa spesa. Non quindi un cimitero o una casa nel bosco, ma un tranquillo market cittadino. per questo che abbiamo voluto accostare al titolo THE MARKET, lavverbio di luogo IN che significa nel - dentro. Per la storia allinterno del Market e le scene di divertimento dei ragazzi ci siamo ispirati anche a QUI DOVE BATTE IL CUORE e NOTTE AL SUPERMERCATO (episodio della serie-tv Dawsons creek).

Il pitch di IN THE MARKET molto interessante produttivamente parlando, perch ha una forte e lineare unit di tempo, luogo e azione. Infatti la vicenda si svolge in un breve lasso di tempo (dal pomeriggio allalba del giorno dopo), allinterno dello stesso luogo (il Market) ma con prima alcune sequenze in movimento che faranno arrivare i ragazzi al supermercato. Per la parte on the road non potevamo non ispirarci ai classici del genere come DUEL di Steven Spielberg e THELMA & LOUISE di Ridley Scott. Il tutto per un risultato produttivo di pochi set, giorni lavorativi, attori, costumi, auto Lunica cosa che non mancata il sangue.

Lorenzo Lombardi
per WHITEROSEprd.