Sudestival 2020

"Vida Loca", un viaggio tra le bande latino americane


Un viaggio attraverso le bande latino americane; questo "Vida Loca" il documentario di Stefania Andreotti e prodotto da Aplysia che ha riscosso un enorme successo nei festival cinematografici di tutto il mondo. Venticinque minuti montati a raffica sulle note di rap centroamericani, girati con la camera a mano che inquadra le facce e i tatuaggi di giovani che vivono (e muoiono) per il proprio quartiere. Giovani, giovanissimi che la Andreotti riuscita a scovare e a far parlare delle loro esperienze nelle gang tra droga, prigione e morte (i tre punti della "vida loca" tatuati sulla mano). Come in uso tra i documentaristi contemporanei, l'autrice non si sbilancia, infila una sequela di domande e risposte senza commento, lasciando al montaggio il proprio punto di vista. Ma il messaggio di "Vida Loca" arriva comunque, informa e fa riflettere; e questo lo scopo di un documentario.

14/01/2010, 13:12

Stefano Amadio