Meno di 30
I Viaggi di Robi

Omaggio a Vittorio Gassman a 10 anni dalla scomparsa alla 67.
Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia


Omaggio a Vittorio Gassman a 10 anni dalla scomparsa alla 67. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia
A 10 anni di distanza dalla scomparsa di Vittorio Gassman, la Biennale di Venezia e la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica rendono omaggio a una delle più straordinarie personalità del cinema italiano con un programma speciale che prevede: la proiezione in prima mondiale in Sala Perla l’1 settembre (giorno della nascita di Gassman) di “"Vittorio racconta Gassman”, una vita da Mattatore" (80’), “film-confessione di Vittorio Gassman” ricchissimo d'inediti, realizzato da Giancarlo Scarchilli con la collaborazione di Alessandro Gassman; la proiezione all’Arena di Campo San Polo il 31 agosto della versione restaurata di "Profumo di donna" (1974) di Dino Risi, con Vittorio Gassman (Premio miglior attore a Cannes e David di Donatello), Alessandro Momo e Agostina Belli, nella versione approntata dalla Cineteca Nazionale.

La serata del 31 agosto in Campo San Polo è realizzata in collaborazione con il Comune di Venezia – Circuito Cinema Comunale, e con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale di Roma che ha fornito la copia di "Profumo di donna".

“Vittorio racconta Gassman”, una vita da Mattatore, ideato da Alessandro Gassman insieme a Giancarlo Scarchilli, che firma la regia del film, è un originalissimo lungometraggio che ricostruisce il percorso professionale e umano del Mattatore attraverso materiali inediti, di repertorio, filmini di famiglia e, soprattutto, dalla voce di Vittorio Gassman stesso e di suo figlio Alessandro, con la "partecipazione straordinaria" di importanti colleghi ed amici. A partire dalle esperienze teatrali di Vittorio Gassman, dall’Amleto del 1952 e accompagnato dalla voce narrante di Alessandro Gassman, il film prende per mano gli spettatori per portarli - attraverso diversi piani temporali e narrativi - nei luoghi e nei ricordi amati dal grande Vittorio. Documenti inediti, interviste, brani di pellicole popolarissime o dimenticate, spezzoni di repertorio dalle Teche Rai (come lo storico "Mattatore" del 1959, o i rari materiali ritrovati, riguardanti l'autobiografia di Vittorio Gassman): sono solo alcuni degli elementi che compongono il film. Una quarantina i personaggi del mondo dello spettacolo chiamati a inedite testimonianze-tributo, fra i quali: Agostina Belli, Sergio Castellitto, Dino De Laurentiis, Giancarlo Giannini, Roberto Herlitzka, Mario Monicelli, Ornella Muti, Jacques Perrin, Anna Proclemer, Gigi Proietti, Francesco Rosi, Ettore Scola, Jean-Louis Trintignant, Carlo Verdone, Paolo Virzì.

"Un film che intende sfatare molti luoghi comuni su mio padre" - ha dichiarato Alessandro Gassman - "come il fatto che fosse l’ultimo degli attori classici, quando fu sopra tutto il primo degli innovatori".

21/07/2010, 14:05