Sudestival 2020

"Roma": un trittico che racconta le contraddizioni della citt eterna


Ottima accoglienza alla Casa del Cinema ieri sera per Roma di Theo Eshetu che stato presentato nella sezione LAltro Cinema I Extra allinterno di PerCorso, la giornata dedicata alla memoria di Corso Salani, recentemente scomparso.

Roma si presenta come un trittico che racconta le contraddizioni della citt eterna nella quale dialogano il sacro e il profano, il volgare e il poetico, l'eterno e l'effimero, in uno scenario di fantasmi e memorie inafferrabili.

Presentando il suo lavoro Theo Eshetu ha dichiarato: Tra le pieghe del mio film su Roma c una sottile narrazione che racconta il combattimento tra larte e il potere ed il potere ad avere la meglio sulla cultura. Il film Roma una specie di requiem per lo stato della cultura oggi in Italia; perci vorrei dedicarlo a tutti coloro che oggi combattono per farla rinascere.

La molteplicit delle immagini contrastata dalla colonna sonora composta dal musicista Alvin Curran, uno dei maggiori esponenti della musica elettronica e ambientale contemporanea. Da sfondo, come un sottotesto, affiorano le voci e suoni reali della citt, tra tutte emerge quella di Victor Cavallo.

Il film prodotto dalla White Light, fondata da Eshetu nel 1986 e con la quale ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi festival internazionali. Roma si avvale del supporto alle musiche di Alvin Curran, della voce di Victor Cavallo, della partecipazione di Patrick King, Johann King Siverhult, Sara Silvagni, Caterina Inesi e Luigi Ontani, e del supporto di Roma Lazio Film Commission.

02/11/2010, 13:14