I Viaggi Di Roby

"Il Piccolo Regno di Lo": un luogo dove uomo
e natura vivono ancora in simbiosi


Il Mustang è un piccolo reame all'interno del Nepal, chiamato anche "Il Regno di Lo", che in tibetano vuol dire "pianura fertile". La regione, annessa al Tibet nel 1951, è stata off-limit per il turismo fino al 1992 e attualmente solo mille persone l'anno posso accedere a questi luoghi per contenere l'impatto ambientale e culturale. Qui, nel villaggio di Tsarang, Giuseppe Tedeschi, Caroline Leitner e Daniel Mazza hanno girato il documentario "The Small Kingdom of Lo", prodotto dalla Ethical Project, associazione di volontariato che svolge attività di sostegno alla scolarizzazione ed alla conservazione del patrimonio culturale nelle aree remote del Nepal.

In uno spazio quasi indefinito, i tre autori immortalano con le loro telecamere la vita quotidiana del villaggio alla quale si intreccia la storia di Lekshey, monaca buddista che vive in convento dall'età di 5 anni; di Tsering, un mercante e contadino di 62 anni; e di Tashi, giovane che vive con il sogno di emigrare in America. I tre protagonisti raccontano le loro difficoltà, le loro aspettative, i loro sogni in una società arcaica, legata ancora alle tradizioni locali, dove uomo e natura vivono ancora in simbiosi.

"Il Piccolo Regno di Lo", vincitore del Premio Solidarietà "Cassa Rurale di Trento" alla 58° edizione del Trento Film Festival, è un un documentario etnografico, un'opera corale su una parte del mondo sconosciuta, fotografata con "gentilezza" e sensibilità dagli autori, che sono riusciti molto bene ad immortalare la vita di una comunità prossima al cambiamento, quando la futura costruzione di una strada collegherà questa remota regione alla modernità.

28/12/2010, 17:22

Simone Pinchiorri