Meno di 30
I Viaggi di Robi

FESTIVAL DI ROMA "Antonio+Silvana=2" amore a tutti i costi


Il documentario realizzato da Vanni Gandolfo, Simone Aleandri e Luca Onorati stato presentato in "Off Doc" e prossimamente approder all'IDFA.


FESTIVAL DI ROMA
Un amore desiderato, ottenuto, perduto e infine riconquistato. Ma con che fatica!
Presentato in anteprima mondiale al Festival Internazionale del Film di Roma nella sezione "Off Doc" di Extra, selezionato all'International Documentary Film Festival di Amsterdam, "Antonio+Silvana=2" di Vanni Gandolfo, Simone Aleandri e Luca Onorati uno splendido documentario sulla "follia" che solo l'amore sa generare.

Antonio Catalini e Silvana Basile si conoscono da molto tempo. Lui, pi anziano di lei di quasi vent'anni e i due hanno alle spalle una felice convivenza, interrotta dopo due anni a causa dell'ingestibile gelosia della donna. Da allora Antonio si rintanato in un ospizio nel cuore di Trastevere e ha deciso di non voler pi saperne niente di lei.
In quel momento accade qualcosa di speciale e inimmaginabile. Per tre anni, ogni santo giorno, Silvana si recata nella strada che affaccia di fronte alla finestra di Antonio e, munita di pennarelli, ritagli di giornale e nastro adesivo, ha dato vita sulle mura dei palazzi a quello che lei stesso definisce "un romanzo d'amore".

Sdentata, sporca e spettinata, si comporta da quattordicenne, e se non fosse per i suoi sessant'anni, sarebbe la degna protagonista di un romanzo di Moccia. La macchina da presa la segue mentre alterna frasi dolci ad insulti, indirizzati per lo pi alla nemica "numero uno", l'ottantenne Marisa che "fa le loffe ed pure sorda".

Una "scheggia impazzita", tenuta sotto controllo con maestria dal trio di registi che documenta l'evolversi degli eventi fino al momento clou, il faccia a faccia con l'amato tanto desiderato quanto temuto. Spassoso e toccante al tempo stesso, "Antonio+Silvana=2" un "docu-mel" originale e sincero che riesce a toccare le giuste corde, proprio come riesce a fare il vero amore.

02/11/2011, 22:48

Antonio Capellupo