Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

Katia Ballacchino e la Festa dei Gigli di Nola a New York


Una festa tra il sacro ed il profano, rivissuta tra le immagini d'epoca e quelle attuali, nel documentario "La Festa Migrante: I Gigli di Nola a New York".


Katia Ballacchino e la Festa dei Gigli di Nola a New York
Una "festa migrante", traslocata da Nola, paese in provincia di Napoli, a Williamsburg, quartiere di New York. Questo il tema che l'etnologa Katia Ballachino ha proposto nel suo documentario "La Festa Migrante: I Gigli di Nola a New York", un'opera di "collage" tra vecchi filmati d'epoca e la festa americana, dove il montaggio serrato a dettare una narrazione fatta di immagini e suoni, senza voci fuori campo o interviste ai protagonisti.

"I Gigli di Nola a New York" mostra la forte entit di una comunit di migranti, ancorata alle tradizioni locali, dove sacro e profano si mescolano in un momento d'incontro come quello di una festa tramandata di generazioni in generazioni.

Il documentario stato girato dall'autrice nel 2006, durante il primo anno del suo dottorato in Etnologia ed Etnoantropologia alla Facolt di Lettere dellUniversit di Roma - La Sapienza, dove si laureanta con una tesi proprio sulla Festa dei Gigli di Nola.

10/12/2011, 13:45

Simone Pinchiorri