FilmdiPeso - Short Film Festival

IL LIMITE - Siciliani e tunisini sulla barca della vita


Al Salina Docfest il documentario di Rossella Schillaci che rimane nel canale di Sicilia ma racconta le vicende di un gruppo di pescatori di Mazara del Vallo.


IL LIMITE - Siciliani e tunisini sulla barca della vita
Uno dei pescatori di "Il Limite" di Rossella Schillaci
Rossella Schillaci torna a Salina dopo aver vinto lo scorso anno il premio Italia.doc. E torna con "Il Limite" anche nel canale di Sicilia, tra Mazara del Vallo, sede della flotta di pescherecci pi grande d'Italia, e Lampedusa, quell'isola da dove era partito 4 anni fa il suo progetto di racconto sui migranti dall'Africa.

"Tornando a Lampedusa ho capito che non aveva pi senso raccontare i migranti, di cui molto si era detto. Mi piaceva invece raccontare dei pescatori, gli stessi che aiutarono molti disperati a raggiungere la terra ferma, il loro lavoro, la loro vita" ha detto la regista.

Due lunghi applausi l'hanno accolta in sala al termine della proiezione: applausi ampiamente meritati per un'operazione riuscita.

"Ciao Mazara!". Si apre cos "Il Limite" girato da Rossella Schillaci seguendo un peschereccio; il lavoro e le persone, le famiglie e i problemi che, come sempre, non mancano, incrociando le vite degli italiani e dei sempre pi presenti pescatori tunisini, fuggiti da una situazione insostenibile e finiti in un'altra non meno depressa. Le due umanit si fondono ma mai fino in fondo, lasciando spazio alla diffidenza malgrado una vita gomito a gomito.

L'autrice riesce a cogliere con il giusto occhio gli aspetti pi interessanti della situazione e a mostrare con sensibilit e ritmo i ritratti di un'umanit rassegnata.

22/09/2012, 09:36

Stefano Amadio