FilmdiPeso - Short Film Festival

CIRCUITO CHIUSO - Un thriller POV all'italiana


Streaming gratuito su Cubovision per il film thriller di Giorgio Amato della serie Web Movies


CIRCUITO CHIUSO - Un thriller POV all'italiana
Circuito Chiuso
Quando il budget per realizzare un film molto basso, bisogna trovare qualche scamotage che mascheri i limiti imposti dalle ristrettezze e offra al pubblico comunque un prodotto interessante e ben costruito. Quando qualche anno fa usc "The Blair Witch Project", horror a basso costo le cui riprese erano tutte realizzate come se fossero state girate da videocamere amatoriali, per i filmaker con pochi mezzi si apr un mondo di possibilit.

"Circuito chiuso" di Giorgio Amato, realizzato all'interno del progetto Web Movies della Rai e distribuito in streaming gratuito su internet, rientra appieno nel filone del cosiddetto POV ("point of view", film per l'appunto girato montando "ipotetiche" riprese di telecamerine, cellulari e quant'altro in possesso degli stessi personaggi dei film). Questa volta le fonti delle immagini sono proprio telecamere a circuito chiuso installate abusivamente da due amici di Francesca, ragazza scomparsa improvvisamente nel nulla dopo aver risposto a un annuncio di ricerca di una babysitter.

I due giovani sono convinti che l'autore di quell'annuncio sappia qualcosa, nessuno per crede loro e quindi l'unica soluzione appare quella di posizionare di nascosto alcune videocamere nella sua casa e attendere che qualcosa venga fuori. Quello che viene proposto allo spettatore (sarebbe) il video depositato agli atti presso la procura della Repubblica, la registrazione di quanto accaduto nell'appartamento.

Lo spunto non originalissimo (quello del POV un filone ormai - per le ragioni descritte sopra - molto abusato), e "Circuito Chiuso" risente di alcuni difetti tipici del genere, come la - estrema - lentezza della prima parte della narrazione, a fronte di un crescendo di tensione quando ci si avvicina al finale. Il sospettato inizialmente sembra un uomo qualunque, uno come tanti, ma pian piano i suoi comportamenti diventano misteriosi e - forse - dimostrano che i due amici di Francesca avevano visto giusto...

Interpretato da Stefano Fregni, Francesca Cuttica e Guglielmo Favilla, prodotto dai fratelli Manetti e con gli effetti (non molti, a dire il vero) curati da Sergio Stivaletti, il film un onesto prodotto costruito con nulla, anche se forse la tensione non cresce mai abbastanza e alla lunga l'effetto di attesa diviene eccessivo (si poteva sforbiciare ancora una quindicina di minuti, almeno). Gradevole prodotto di genere, "Circuito Chiuso" si lascia guardare piacevolmente anche senza entusiasmare.

06/03/2013, 09:30

Carlo Griseri