I Viaggi Di Roby

“Orrore sulla carta” e Zampaglione inaugurano “Operazione Paura” 2


“Orrore sulla carta” e Zampaglione inaugurano “Operazione Paura” 2
Sarŕ inaugurata a Villa Bertelli di Forte dei Marmi (alle ore 18,00), domani giovedě 30 maggio, la seconda edizione di Operazione Paura, il festival di cinema horror che si terrŕ fino al 2 giugno tra Pietrasanta e Forte dei Marmi, con il taglio del nastro della mostra “Orrore sulla carta”, la prima in Italia dedicata alle locandine originali di film horror italiani dagli anni '60 ad oggi, proveniente da collezionisti privati. La mostra esporrŕ 80 manifesti originali di film horror e gialli italiani: 60 provenienti dalla collezione di Roberto D’Onofrio e 20 dalla collezione privata dello scrittore Fabio Genovesi. I pezzi ripercorrono la storia del cinema di genere italiano dalla fotobusta originale de “I Vampiri” di Riccardo Freda del 1957, il primo horror italiano riconosciuto come tale, iniziato da Freda e completato da Mario Bava, a “Wrath of The Crows” di Ivan Zuccon, l’ultimo film horror italiano in ordine cronologico. Visitatori e appassionati del genere avranno la possibilitŕ di ammirare tra gli altri raritŕ e prime stampe di manifesti originali di film cult di Dario Argento, come “Il gatto a nove code” del 1971.

Alle 21 il festival si sposta al cinema Comunale di Pietrasanta per la proiezione di alcune scene (15 minuti) di “Tulpa” il nuovo film di Federico Zampaglione. Il regista sarŕ presente per presentare il suo terzo lavoro dietro la macchina da presa che uscirŕ il 20 giugno nei cinema italiani. Protagonista del film una sensuale Claudia Gerini nella parte di una donna molto sola e ricca grazie ai successi sul lavoro. La sua solitudine la porta a frequentare l’esclusivo club il Tulpa gestito da un misterioso guru tibetano dove i soci possono incontrarsi e dare sfogo alle proprie fantasie erotiche. Qui Lisa avrŕ degli incontri occasionali con diversi partner che, improvvisamente, verranno trovati assassinati nei modi piů brutali ed efferati. Nel film anche Michele Placido. L'opera di Zampaglione č stata prodotto da Maria Grazia Cucinotta.

A seguire, alle ore 22, la proiezione di “Cose Cattive” di Simone Gandolfo (2012) alla presenza del regista. Il film racconta la storia di quattro ragazzi che entrano a far parte di un gioco perverso a causa di un messaggio ricevuto da un misterioso personaggio. Un horror contemporaneo sul voyeurismo e sul significato del castigo.

29/05/2013, 11:28