Sudestival 2020

LE LIBRAIRE DE BELFAST - L'uomo che sussurrava ai libri


LE LIBRAIRE DE BELFAST - L'uomo che sussurrava ai libri
Un passato di alti e bassi ha spinto anni fa John a tuffarsi nel vortice dell'alcolismo. Tutto sembrava perduto, ma quando la giovent gli ha invaso il quotidiano, la vita di questo tenero pensionato tornata a risplendere, come in una fiaba.

Assoluto protagonista de "Le Libraire del Belfast" di Alessandra Celesia dunque John Clancy, un anziano signore che ha trascorso l'intera vita tra i libri e che, ancora oggi, trova piacere nel prendersene cura, donando loro un amore quasi paterno.

In un momento di grave difficolt personale, qualche tempo fa sono comparsi tre ragazzi che vivono a Belfast e sognano di sfondare nel mondo dello spettacolo e della cultura, un punk dislessico amante dell'arte, un rapper e un'aspirante cantante. Lui, John, per loro un riferimento importante, una sorta di guida spirituale che, attraverso la loro sincera amicizia, ha trovato la forza di ricominciare ad amare anche se stesso.

La Celesia documenta con grande tatto e delicatezza la vicenda di questa sorta di "uomo che sussurrava ai libri", restituendo al contempo un'immagine di grande impatto visivo e forte valenza cinematografica.
Sincero, profondo, imperdibile.

30/05/2013, 14:00

Antonio Capellupo