I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Libro/film - VIA CASTELLANA BANDIERA a/r


Emma Dante porta al cinema il suo stesso romanzo, modificando alcune parti ma senza stravolgerlo


Libro/film - VIA CASTELLANA BANDIERA a/r
Porta al cinema il suo romanzo Emma Dante, che con "Via Castellana Bandiera" ha fatto il suo esordio dietro la macchina da presa e ha avuto anche l'onore del "battesimo" al concorso internazionale della Mostra del Cinema di Venezia.

Quando lo stesso autore del libro d'origine a realizzarne la versione cinematografica, ogni discorso su tradimenti della pagina scritta e su ribaltamenti di prospettive decadono, ma diventa ancor pi interessante analizzare le differenze tra le due opere. La scelta pi netta della regista stata quella di eliminare tutte le parti "sessuali" del libro, da quella tra la coppia interpretata sullo schermo dalla stessa Dante e da Alba Rohrwacher alle scorribande notturne di uno dei membri della famiglia Calafiore.

Il libro molto agile e veloce da leggere, e in alcune pagine sembra di leggere una vera e propria sceneggiatura ( stato scritto nel 2008). Perfetta la scelta degli attori per i diversi ruoli, tutti (a parte forse la sola Dante...) molto simili all'immagine che ci si pu fare di loro leggendo il romanzo.

Lo spunto di partenza (due macchine si trovano di fronte in una via strettissima di Palermo, e le guidatrici - ognuna per i propri motivi - non vogliono saperne di fare marcia indietro per cedere il passo) non permette una lunga narrazione e il film, pur durando solo 90 minuti, penalizzato da una lieve stanchezza che subentra nella visione a due terzi circa.

Pi lunga che su carta la fase di preparazione del "duello" tra le auto, con alcune scene aggiunte (Samira al cimitero, Rosa e Clara per le strade della citt siciliana) per meglio presentare i personaggi, ma il vero "asso" calato da "Via Castellana Bandiera" versione cinematografica il finale, epico e sognante, sospeso nel tempo (e in un certo senso anche nello spazio), che regala alla storia una conclusione decisamente pi convincente.

05/09/2013, 14:38

Carlo Griseri