I Viaggi Di Roby

Temi sociali e film di prestigio alla
seconda serata del WAG Film Festival


Temi sociali e film di prestigio alla seconda serata del WAG Film Festival
Ieri sera al WAG Film Festival gli spettatori hanno assistito a una serata emozionante e prestigiosa, iniziata con i corti delle due sezioni e cresciuta tra riflessioni e interviste con gli autori in sala, fino alla proiezione del film “Sta per piovere” di Haider Rashid. Selezionato all’interno della Mostra del Cinema di Venezia, proiettato al Dubai International Film Festival, ha vinto il premio di Miglior Film al Festival "Lo Sguardo di Omero" di Melendugno.

Il programma della seconda sera si era aperto con l’aperitivo e “Altre realtŕ”, curato per l’occasione dalla Cineteca Nazionale Fedic con proiezioni multimediali all’interno dello SPAZIO Easy Jazz BAR. Numerose le persone che hanno partecipato e si sono in seguito immerse nell’atmosfera cinematografica della sala del Centro Culturale Le Fornaci.

Questione di tattiche” e “Listen” di Rossella Lombardo hanno aperto le proiezioni della sezione “Wag”: un’analisi dello scenario attuale del mondo del lavoro nel primo, un ritorno alla natura primordiale e al sentire con il cuore nel secondo cortometraggio.
Temi attuali anche quelli dei due corti della sezione “Parenti stretti”: il messaggio sociale contro la pirateria virtuale che distrugge il cinema in “Proprietŕ privata” di Frozen Lake e uno sguardo intenso e allo stesso tempo delicato sul dolore e sull’eutanasia in “Sala d’attesa” di Igor Biddau.

Gran finale con la proiezione del film “Sta per piovere”. A che punto č il dialogo interculturale in Italia? Attraverso la storia di Said e della sua famiglia, il film č un viaggio dentro al tema degli immigrati di seconda generazione. Sono ragazzi nati in Italia da persone arrivate da altri Paesi: non hanno diritto alla cittadinanza, ma allora a quale Paese appartengono? Dov’č la loro casa? Una riflessione attuale con la partecipazione direttamente in sala di alcuni attori del film: Mohamed Hanifi, Giulia Rupi e Denny Bonicolini.

09/11/2013, 15:45