I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

SOAP OPERA - Il fascino della finzione e di CinecittÓ


Un giro sul set del nuovo film di Alessandro genovesi, "Soap opera". Con Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Ricky Memphis. In sala dal prossimo autunno


SOAP OPERA - Il fascino della finzione e di CinecittÓ
De Luigi, Genovesi e Capotondi. "Soap Opera"
Un viaggio nel cinema di una volta, un viaggio a CinecittÓ. Tutto ricostruito il set di "Soap Opera", il nuovo film di Alessandro Genovesi, al suo terzo film sempre in coppia con Fabio De Luigi.

Mancano due settimane alla fine delle riprese (sono sul set da cinque) e l'uscita Ŕ prevista per il prossimo autunno, ma Colorado film, Medusa, il cast e il regista hanno aperto il loro teatro di posa per darci un assaggio del film.

"Parte da una sceneggiatura originale e abbiamo deciso, dopo un sopralluogo lo scorso anno, di girarlo tutto qui" ha detto il regista "a CinecittÓ. Mi piaceva l'idea di ambientarlo in un mondo tutto inventato, come sono in realtÓ le Soap Opera".

Un lungo lavoro di scenografia e scenotecnica "nello Studio 8 abbiamo ricostruito 4 appartamenti in una palazzina di 2 piani - ha proseguito Genovesi - che vanno a formare l'intero set. Ma non ci sono solo interni, anche gli esterni abbiamo girato a CinecittÓ, pure con la neve, che qui non vedevano da anni, perchÚ il film Ŕ ambientato nei tre giorni che precedono il capodanno. Una magia da vedere, una scenografia meravigliosa totalmente ricostruita per un tipo di cinema che non si fa pi¨".

I costi proibitivi dei Teatri di posa tenevano lontane tutte le produzioni, ma da quando CinecittÓ ha abbassato i prezzi registi e produttori sono tornati a girare negli studi di via Tuscolana. Speriamo che tra qualche anno non si debba tornare a intervenire per risanare i bilanci di gestione perchÚ allora sarebbe un vero e proprio danno per il contribuente prima e per l'intero settore, che lavora senza contributi pubblici e dunque in piena concorrenza, poi.

Comunque la bellezza del set di Genovesi, ricostruito in ogni minimo dettaglio riesce a rendere un'idea di cinema di "una volta" speriamo capace di riportare in sala il pubblico di "una volta".



04/12/2013, 09:48

Stefano Amadio