I Viaggi di Robi

BOX OFFICE 2013 - Checco Zalone domina i 12 mesi


Iniziamo l'analisi dei mercati cinematografici dell'anno appena concluso, partendo ovviamente dall'Italia. Domina la classifica, non certo a sorpresa, "Sole a Catinelle" di Gennaro Nunziante, capace di triplicare gli incassi del secondo in classifica, il supereroe Robert Downey Jr. Tanti i film italiani nella Top100, tra i primi dieci invece oltre a Zalone solo Alessandro Siani. BOX OFFICE 2013 USA e MONDO BOX OFFICE 2013 EUROPA BOX OFFICE 2013 ASIA


BOX OFFICE 2013 - Checco Zalone domina i 12 mesi
Checco Zalone
finito da poche ore il 2013, ed quindi giunto il momento di analizzare l'andamento dell'anno per quanto riguarda il box office, iniziando da quello di casa nostra. Un'annata difficile, chiusa nell'ultimo trimestre con l'inatteso (almeno in queste dimensioni) exploit di Checco Zalone e del suo (a dire il vero, di Gennaro Nunziante) "Sole a Catinelle", capace di superare il gi ottimo andamento del precedente "Che bella giornata" e di raggiungere i 51,7 milioni di euro di incasso (e circa 7,7 milioni di biglietti venduti). Il totale del 2013 per l'Italia di 97,2 milioni di biglietti venduti (+6,5% rispetto al 2012).
Per numero di spettatori (i dati in denaro risentono del prezzo di ingresso e dell'inflazione) il film si stabilizzato anche al nono posto assoluto tra i film pi visti in Italia di sempre, il miglior risultato dai tempi de "La vita bella"...

Il successo di Zalone confermato dal distacco rispetto agli altri big del box office italiano: al secondo posto c' "Iron Man 3" con 16 milioni, al terzo "Cattivissimo me 2" con 15,9 (tutti i dati indicati sono fonte Cinetel).
Subito ai piedi del podio un'altra commedia italiana, "Il principe abusivo" di e con Alessandro Siani, che ha incassato 14,3 milioni.
La top ten italiana poi dominata da titoli USA: dal quinto al decimo posto abbiamo infatti "Fast & Furious 6", "Una notte da leoni 3", "Django Unchained", "I Croods", "Frozen" e "Lo Hobbit 2".

Ottimo l'undicesimo posto di Giuseppe Tornatore con "La Migliore Offerta" ( 9.131.000), seguito per l'Italia dal buon andamento dell'ennesimo cinepanettone con De Sica ("Colpi di Fortuna" tredicesimo con 8,7 milioni di euro), e poi alla posizione numero 14 "Benvenuto Presidente!" di Riccardo Milani con 8,5 milioni.

Al diciottesimo posto c' Leonardo Pieraccioni con il suo "Un Fantastico Via Vai" (7,3 milioni di euro), al ventesimo "La Grande bellezza" di Paolo Sorrentino con 6.780.000.

Nei primi 50 incassi del 2013 altri otto titoli italiani (due film sono in realt decisamente internazionali, quelli di Muccino e Salvatores): 25 "Indovina chi viene a Natale?" di Fausto Brizzi ( 5.984.000), seguito da "Mai Stati Uniti" di Vanzina con 5,5. Al 29 posto l'esordio di Paolo Ruffini, "Fuga di cervelli", che si ferma a 4.999.000 euro, al 34 "Quello che so sullamore" con 4,5 milioni d al 37 "Educazione Siberiana" con 4,4. Il gradino successivo a quello di Salvatores occupato da "Aspirante Vedovo" di Massimo Venier, che ha incassato 4.381.000 euro, mentre 41 "Stai lontana da me" ( 4.025.000) e 48 "Una piccola impresa meridionale" ( 3.651.000).

Incassi a scalare per gli altri film italiani nella Top100: "La Mafia uccide solo d'Estate" 52, al 54 c' "Bianca come il latte, rossa come il sangue", al 69 "Buongiorno pap" e al 70 "Viva la libert".
Dalla posizione 80 alla 82 tre film di casa nostra: "L'Ultima Ruota del Carro", "Pazze di me" e "Amiche da morire"; 85 "Viaggio sola" e 87 "Ci vediamo domani".

Fuori dalla Top100 ma comunque sopra il milione di euro di incassi anche "Anni felici" (105), "Pinocchio" (108), "L'Intrepido" (111), "Un giorno devi andare" (118) e "Sacro GRA", 120 con 1.080.500.

Da segnalare infine quello che probabilmente il pi grande flop del 2013 del cinema italiano, "Universitari Molto pi che amici" di Federico Moccia, che ha chiuso l'anno alla posizione 152 con un incasso di 590.000 euro.

02/01/2014, 11:52

Carlo Griseri