I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

CINECENSURA - Cento anni di revisione cinematografica


Presentata alla Sala Trevi di Roma Cinecensura, cento anni di revisione cinematografica, mostra virtuale promossa dalla Direzione Generale per il Cinema del Mibact con CSC-Cineteca Nazionale.


CINECENSURA - Cento anni di revisione cinematografica
Una iniziativa online che mette a disposizione del pubblico i brani di film tagliati, atti di nulla osta, la censura preventiva dei copioni, bozzetti dei manifesti censurati e tanti altri materiali, insieme a saggi critici e interviste inedite ai protagonisti. Il sito, cinecensura.com, raccoglie quindi materiali di cento anni di censura cinematografica; era infatti il 31 maggio del 1914 quando part il regolamento attuativo della revisione cinematografica in Italia.

Nella mostra sono esposti documenti relativi a 300 lungometraggi e a 80 cinegiornali, 100 pubblicit e cortometraggi, 28 manifesti censurati, filmati di tagli di 74 film insieme a quelli di 15 cinegiornali e cortometraggi, con videointerviste a testimoni e studiosi.

La piattaforma si sviluppa in tre aree: la prima riguarda i temi ed organizzata sugli argomenti di sesso, violenza, politica e religione, ambiti in cui la censura cinematografica ha esercitato principalmente la sua azione.

La seconda area, il sistema censura, dedicata ai protagonisti della macchina censura e contiene: Il Parlamento, I Cattolici, i Produttori e L'Avvocato.
La terza area tocca invece le modalit di censura e contiene: Il Muto, Censura Preventiva, Documenti 1922-1946, Sequestri e Luci Rosse, Riedizioni Televisive.
In ogni sottosezione presente un video, un testo critico ed un mosaico composto da tutti i documenti tra cui video, manifesti e documenti d'archivio, relativi alla tematica scelta.

La sezione La collezione permette un accesso diverso da quello tematico. Al suo interno troviamo la collezione permanente, ovvero tutti i documenti in mostra raggruppati per tipologia: lungometraggi, cortometraggi, cinegiornali e manifesti. Inoltre presente anche una sezione Testimonianze, con contributi video e una bibliografia.

Registi la sezione con le filmografie complete di Pierpaolo Pasolini e Stanley Kubrik, mensione a due grandi maestri del panorama cinematografico internazionale.

Infine, in Ricerca, attraverso un sistema di tag, possibile ricercare un contenuto specifico della mostra, digitando parole chiave riferite al documento ma che non appaiono direttamente sul suo titolo, come ad esempio un regista, un argomento e altro ancora. Si tratta quindi di un processo intuitivo di elaborazione che connette la ricerca a tutti i contenuti riferiti al tag digitato.

Tatti Sanguineti, che insieme a Pier Luigi Raffaeli ha contributo alla realizzazione di questo progetto, ha affermato: Questa iniziativa nata un po' di tempo fa. Con Raffaelli abbiamo scoperto nel foglio di censura de I Vitelloni che venne censurato il manichetto dell'ombrello. Ma aldil dei tagli, come se la censura avesse invaso la fase di doppiaggio e questo stato un grande ostacolo per i grandi autori. Molti film, come Psyco, presentano nelle versioni italiane delle traduzioni che non c'entrano nulla con il senso originale. La censura qualcosa di vivo, che continua a camminare.

12/06/2014, 18:23

Margherita Pucello

Video del giorno