I Viaggi Di Roby

VALENTINA CORTI - Bellezza e simpatia


Intervista con una giovane interprete di valore del nostro cinema. Valentina Corti dimostra di saper passare dalla tv al grande schermo con semplicità


VALENTINA CORTI - Bellezza e simpatia
Valentina Corti
Valentina Corti è più che una promessa del nostro cinema, una passione per la recitazione che l'ha portata sul grande schermo dopo diverse esperienze televisive come "Un medico in famiglia". Sarà presto in sala nel nuovo film di Carlo Carlei "Romeo and Juliet", presentato al festival di Roma dello scorso anno.

Valentina, raccontaci i tuoi inizi con le fiction tv.

"Ho iniziato facendo pubblicità, quando ancora non credevo che avrei potuto fare l'attrice. È stata una passione che è nata e cresciuta lentamente ma inesorabilmente. Sul mio primo set di una mini serie televisiva c'è stato un vero e proprio colpo di fulmine e ho capito che era quella la strada che volevo intraprendere. Ho iniziato da zero, studiando e mettendomi in gioco inizialmente con piccoli ruoli".

La fiction ti ha dato un bella riconoscibilità da parte del pubblico, cosa si prova ad avere successo?

"È una sensazione strana da descrivere perchè all'improvviso le persone ti riconoscono per strada ed è una gioia immensa ricevere complimenti ed essere apprezzata per il lavoro che si ama. Sono stata sommersa da un affetto immenso e genuino e per me è la gratificazione più grande".
 
Quali ruoli senti di preferire, drammatici o comici?

"Preferisco sperimentare ruoli sempre diversi l'uno dall'altro perché mi piace mettermi in discussione, provare, osare e conoscere i vari aspetti che questo lavoro ti costringe a tirar fuori".
 
Che differenza hai trovato tra fiction tv e cinema?

"La fiction è fatta di tempi e velocità di esecuzione sicuramente più rapidi rispetto al cinema. Anche dal punto di vista tecnico ci sono delle differenze perché il linguaggio della televisione è diverso da quello cinematografico".
 
Romeo and Juliet sarà presto al cinema, come ti sei trovata a lavorare con un cast internazionale e con un regista come Carlei?
 
"Ho avuto la possibilità di partecipare con un piccolo ruolo a questo progetto che racconta una delle storie d'amore più famose della storia e di immergermi in un'atmosfera fatta di luoghi e costumi molto suggestivi".

Cosa hai in cantiere per la prossima stagione?

"Sarò nuovamente impegnata con la decima stagione di “Un medico in famiglia” e ne sono entusiasta. Nel frattempo mi sto dedicando ad alcuni progetti cinematografici. Ho da poco terminato le riprese di “Fango e Gloria”,un docufilm che racconta la prima guerra mondiale in maniera innovativa attraverso l'utilizzo di materiale video dell'Istituto Luce, restaurato e colorizzato che si intreccia con riprese dal vero che raccontano la vita dei protagonisti travolta dallo scoppio della guerra. A breve inizierò le riprese di una commedia ambientata a Napoli".
 
Sei tra le candidate del premio “L’oreal Paris”, qual è il tuo rapporto con la bellezza e che effetto ti fa sapere che forse potrai calcare uno dei red carpet più famosi nel mondo ?

"Sono felice di essere tra le candidate per questo importante premio che mette in relazione la bellezza con il cinema. La cornice del festival di Venezia rende il tutto ancora più emozionante. Mi piace prendermi cura di me e dedicarmi al mio benessere in generale. Lo trovo gratificante. La bellezza non è un merito personale, la si eredita e basta. Ma per fortuna traspare da ciò che si è e non solo da come si appare. Non tramonta mai pur evolvendosi continuamente".

11/07/2014, 12:04

Stefano Amadio