I Viaggi Di Roby

Old Cinema riapre ex cinema alle porte di Roma


Old Cinema riapre ex cinema alle porte di Roma
A Mentana, nei pressi di Roma, si riaccendono gli schermi di un cinema dimenticato, impolverato, a rischio di abbattimento: dal 18 al 21 settembre, grazie al Comune di Mentana e al network delle sale perdute Old Cinema, rivive per un evento straordinario l’ex cinema Rossi, nato nel 1956 nel cortile del principe Camillo Borghese e chiuso nei primi anni del Duemila.

Old Cinema a Mentana” č il titolo della manifestazione, che vanta come ospite d’onore il regista Daniele Luchetti, da sempre sensibile al recupero dei piccoli cinema di provincia. La cornice-simbolo dell’evento č l’arena dell’ex cinema “Rossi” - oggi riadattato a provvisorio archivio comunale – che il Comune intende riaprire permanentemente come polo culturale di una periferia suburbana vasta, complessa e popolosa, alla ricerca di una sua identitŕ. L’impulso arriva anche dalla direttiva emanata ad agosto dal Ministro dei beni e delle attivitŕ culturali e del turismo, Dario Franceschini, per censire, vincolare e tutelare le sale italiane di interesse storico e culturale.

“Old Cinema a Mentana” si inaugura giovedě 18 e venerdě 19 settembre con un nuovo format didattico nelle scuole ITC “Paribeni” e “La cittŕ dei bambini (hashtag: #ilcinemadentrolescuole), e continua sabato 20 con un pomeriggio di studi (“Dal crepuscolo al sipario”) dedicato all’inatteso sottotraccia artistico di Mentana, da Federico Zeri a Giancarlo Zagni. Seguono flash e contributi su Carlo Lizzani e Federico Fellini.

Il clou č riservato alla serata di sabato 20, nell’arena del Rossi, con la proiezione dei due nuovi docufilm di Old Cinema, per la regia di Guilherme Aquino. “Mentana e i suoi cinema perduti” č una ricostruzione per testimonianze e immagini delle sale, arene e cineambulanti dell’area mentanese dagli anni Quaranta ad oggi, frutto di una ricognizione di cinque mesi a Mentana, Torlupara, Castelchiodato e Monterotondo, da cui riaffiora la storia di cinema “comunisti” e “fascisti”, arene improvvisate in piazza con gli spettatori sugli alberi, schermi lavati nella fontana del paese, chiese convertite in timorate sale di proiezione.
A seguire, “Legami! Km 12”, spin-off sul “villaggio” dei musicisti dell’ex RCA vissuti a Mentana, da Morandi a Dalla, da Endrigo a Gaetano, da Bacalov a Morricone, da Pintucci a Migliacci e Bardotti; un lavoro in collaborazione con il giornalista musicale Maurizio Becker.

La serata di sabato culmina, nell’arena, con l’omaggio a Daniele Luchetti, che, a introduzione del suo ultimo film “Anni felici” (2013), parlerŕ della trasformazione sociale del cinema. Per l’occasione il regista ha dichiarato: "Riaprire un cinema non č riappropriarsi di un vecchio spazio dimenticato: č liberare un luogo nuovo per vite nuove, centri che tornano a popolarsi. Spegnere gli schermi nelle case, riaccendere le cittŕ".

18/09/2014, 08:52