FilmdiPeso - Short Film Festival

A Milano una rassegna su Frida Kahlo e Tina Modotti


A Milano una rassegna su Frida Kahlo e Tina Modotti
Dal 3 al 9 novembre 2014 presso Spazio Oberdan della Provincia di Milano, Fondazione Cineteca Italiana presenta "FRIDA KAHLO, TINA MODOTTI E IL MESSICO", una rassegna cinematografica che prende spunto dalla bellissima mostra su Frida Kahlo attualmente in corso a Palazzo Ducale a Genova, e che mette a confronto due delle personalit pi forti ed estreme dellarte e della cultura del 900. La rassegna intende inoltre sottolineare il loro rapporto di sostegno morale ed intellettuale con il Messico della rivoluzione zapatista (1910-1917) e del decennio successivo.

Erano gli anni Dieci quando Tina Modotti, attrice e fotografa friulana (Udine, 1896), arriv a Citta Del Messico, animandone la vita culturale e raccogliendo intorno a s intellettuali e artisti, fra i quali Diego Rivera, il pi importante rappresentante del movimento muralista messicano e marito di Frida Kahlo (Cayocan, 1907). Separatamente prima, e insieme poi, Frida e Diego frequentarono e (forse) amarono laffascinante fotografa italiana. Diego la raffigur nei suoi murales pi vibranti di passione civile, ne decant in lunghi articoli locchio fotografico, capace di cogliere lanima di indios, campesinos, e in definitiva del Messico pi ancestrale e profondo. Frida, giovanissima, ne ammir profondamente il talento e la personalit e istintivamente la ador, nel modo totalizzante che era poi il suo unico modo damare e di vivere. E certamente la sua inconfondibile cifra pittorica fra tradizione e surrealismo (la Kahlo fu una musa anche per Andr Breton) venne influenzata dallestetica fotografica della Modotti.

In programma, oltre ai titoli dedicati alla rivoluzione messicana di Elia Kazan, Sergio Leone ed Ejentein, anche i titoli messicani di Buuel: "EL", film cardine dellopera del regista, che racconta un'ossessione e i comportamenti che ne derivano, ricercandone gli agganci nell'esasperazione del possesso; "I figli della violenza", presentato e premiato al Festival di Cannes nel 1951 e "Langelo sterminatore", uno dei suoi film pi inquietanti, una commedia nera ricca di idee antiborghesi e anticlericali, una vicenda onirica in cui il surrealismo di Buuel si manifesta in tutta la sua grandezza.

Tra gli altri titoli alcune opere molto rare: "Frida, naturaleza viva", un film mai distribuito in Italia realizzato da Paul Leduc che, attraverso le parole di Frida, ci svela il lato pi privato e inedito della sua straordinaria vita; "Tinissima. Il dogma e la passione", documentario di recentissima produzione incentrato sullamore di Frida verso Citt del Messico.

Un documento cinematografico unico poi "The Tigers Coat", unico film sopravvissuto dei tre che Tina Modotti interpret nella sua breve parentesi hollywoodiana precedente il suo arrivo a Citt del Messico, a cui associato "Frida Kahlo & Tina Modotti", cortometraggio di Peter Wollen che mette a confronto le due artiste sotto lo sguardo di Diego Rivera.

In cartellone anche il film biografico di Julie Taymor, "Frida", incentrato sulla relazioni amorose dellartista, in cui Salma Hayek (Frida) e Ashley Judd (Tina) si abbandonano ad un sensuale tango.

19/10/2014, 12:56