Meno di 30
I Viaggi di Robi

Note di regia del film TV "La Bella e la Bestia"


Note di regia del film TV
Chi si ricorder che lorigine della fiaba La bella e la bestia da ricercare nel modo antico di Apuleio e di quel racconto arcaico di Amore e Psiche, coglier lo spirito della trasposizione televisiva di questa fiaba. Psiche, nel nostro racconto Bella, intraprende un viaggio nellanima fuggendo con un pretesto dalla casa paterna e inoltrandosi nel bosco magico, pieno di insidie. Alla fine del bosco trova il castello del principe. Arido e malaugurante. Ma assolutamente attrattivo per la nostra Anima, decisa nella conquista della sua consapevolezza femminile.
Amore apparentemente un mostro, non gi nelle fattezze , ma nel cinismo acquisito a causa del dolore per la morte della moglie, inconsapevole psiche di un tempo.
La storia racconta come la nostra Bella, alias Psiche, esclusivamente con la determinazione della sua bellezza radicale e innocente, riesca a trasformare in armonia la cinica bestialit di Amore la Bestia .
Dunque il trionfo della vita e della creazione: una fonte inaridita che ridona acqua a causa di una pioggia tanto inaspettata quanto provvidenziale. Insomma, per farla breve, una grande storia incentrata sul potere vitale dellamore. Prodromo di tutti i romanticismi del mondo.
La nostra Bestia non un mostro, un uomo che nasconde al mondo le sue ferite, semplicemente perch ancora non ha trovato la cura di esse. Non gli interessano i succedanei, perch troppo malati di egoismo narcisistico, n le facili magie.
Dunque si aggira nel suo mondo, come anima in pena, un fantasma, alla ricerca disperata di chi quelle ferita potr lenire. Bella la sensualit primigenia, senza colpe, il catalizzatore del sentimento irrinunciabile che si sottopone a prove umilianti pur di trasformare lelemento con cui viene a contatto.
Dunque Bella, alla fine, riesce a curare il mostro, trasformandolo in un uomo finalmente in grado di concepire la vita e di farla fiorire intorno a se.
Ne La Bella e la Bestia abbiamo trasfuso tutta la passione nel raccontare i germogli dellamore: la cronaca della nascita del sentimento fondante della nostra esistenza.
Abbiamo raccontato lunica possibilit di riconciliazione tra le forze contrapposte e fondanti della nostra vita, il bene e il male. Alla fine, passando per la fiaba pi volte rivisitata dal 500 in poi, siamo tornati ad Apuleio.

Fabrizio Costa