Meno di 30
I Viaggi di Robi

La Mediateca Regionale Pugliese ricorda l’attore Manrico Gammarota


La Mediateca Regionale Pugliese ricorda l’attore Manrico Gammarota
La Mediateca Regionale Pugliese, gestita da Apulia Film Commission, ricorda l’attore e regista barlettano Manrico Gammarota, scomparso ieri e gli dedica il pomeriggio di domani 12 febbraio 2015. A partire dalle 16.30 saranno proiettati prima il cult “Lacapagira” (1999) di Alessandro Piva, girato interamente a Bari e a seguire “Razzabastarda” esordio alla regia di Alessandro Gassman, che lo stesso Gammarota – attore coprotagonista – presentò, con il regista e amico, poco più di due anni fa al Bif&st di Bari.

Pellicola che ha segnato la cultura cinematografica pugliese e nazionale, “Lacapagira” vede Gammarota vestire i panni di un maresciallo alle prese con quella micro criminalità barese descritta accuratamente da Piva nel suo esordio alla regia che gli valse il David di Donatello e il Nastro d’Argento: con Gammarota nel cast c’erano – tra gli altri – anche Paolo Sassanelli, Dino Abbrescia e Dante Marmone.

Uscito nella primavera del 2013 e tratto dallo spettacolo teatrale “Roman e il suo cucciolo” regia sempre di Gassman, “Razzabastarda” ha per protagonista Roman, un migrante rumeno giunto in Italia trent’anni fa, attorno al quale ruota un mondo duro fatto di altri migranti provati da una nuova vita sempre difficile, tra i quali spicca il personaggio di Geco interpretato proprio da Gammarota. L’esistenza di Roman non è riuscita a districarsi dai giri dello spaccio di cocaina e dagli ambienti della piccola delinquenza, ma Roman ha un sogno a cui non è disposto a rinunciare per niente al mondo: dare a suo figlio Nicu, che ha allevato senza madre, un’esistenza diversa e migliore.

11/02/2015, 16:51