I Viaggi Di Roby

NICE 25 - A "Mediterranea" il Premio N.I.C.E. Città di Firenze


Menzione speciale del pubblico per "Io, Arlecchino" di Giorgio Pasotti e Matteo Bini.


NICE 25 - A
Una scena del film "Mediterranea"
È Jonas Carpignano con Mediterranea ad aggiudicarsi il premio del pubblico americano Premio N.I.C.E. Città di Firenze 2015 nella 25^ edizione del festival del cinema italiano emergente N.I.C.E. USA 2015.
Menzione speciale del pubblico a Io, Arlecchino di Giorgio Pasotti e Matteo Bini per aver contribuito ad arricchire la diffusione della cultura italiana all’estero. Grande successo di pubblico per tutti i film, proiezioni sold out con lunghe code all’ingresso del Vogue Theater prima dell’inizio degli spettacoli.

“Sono davvero onorato e molto felice che il film abbia riscosso così tanto il favore del pubblico”, ha dichiarato Jonas Carpignano ringraziando N.I.C.E. e San Francisco Film Society. "Mediterranea" è un film forte, attuale che racconta la storia del viaggio di due amici (Koudous Seihon e Alassane Sy) dal Burkina Faso a Rosarno, in Calabria, alla ricerca di una vita migliore. Una volta arrivati in Italia i due si renderanno conto però che la realtà per gli immigrati è ben diversa da come gli veniva raccontata da un amico.

Jonas Carpignano nato in America, di nazionalità italiana, vive e lavora tra New York e Roma. Ha studiato alla NYU, ha partecipato al Sundance Screenwriters & Directors Lab ed è stato premiato con il Sundance/Mahindra Global Filmmaking Award. I cortometraggi sono stati presentati in prestigiosi festival internazionali fra cui Venezia e New York. "A Chjana" (2011) ha vinto il premio “Controcampo” per il miglior cortometraggio al 68° Festival di Venezia e menzione speciale dei Critici Cinematografici Italiani ai Nastri D’Argento. La rivista americana “Filmmaker Magazine” lo cita come tra i venticinque nuovi promettenti registi del cinema indipendente.

"Io, Arlecchino" di Giorgio Pasotti e Matteo Bini è stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico e ha ricevuto un riconoscimento speciale per il valore culturale dell’opera, che porta in scena, e contribuisce a diffondere, una parte fondamentale della tradizione artistica italiana.
Paolo (Giorgio Pasotti) è il conduttore di un popolare programma televisivo. Il padre Giovanni (Roberto Herlitzka), ex attore teatrale e famoso Arlecchino, è stato ricoverato in ospedale per via di un malore. Il ritorno al paese e il contatto con il padre e il suo mondo porteranno Paolo a ricucire un rapporto con le sue origini, a ridefinire la sua identità e a riscoprire il tesoro artistico rappresentato dal personaggio di Arlecchino del quale si troverà a vestire i panni.

Giorgio Pasotti, nato a Bergamo, si è diplomato alla New York Film Academy. Esordisce nel cinema (1998) in I piccoli maestri ed Ecco fatto, Dopo mezzanotte (2003) di Davide Ferrario, Le rose del deserto (2006) di Mario Monicelli, L’aria salata di Alessandro Angelini, Voce del verbo amore (2007) di Andrea Manni, Baciami Ancora (2010) di Gabriele Muccino, il premio Oscar La Grande Bellezza (2013) di Paolo Sorrentino, Nottetempo (2014) di Francesco Prisco, Sapore di te e Un matrimonio da favola (2014) di Carlo Vanzina. Dal 2009 ad oggi é presente in tv fiction, tra cui David Copperfield, Anita Garibaldi, Non avere paura, A testa alta - I martiri di Fiesole. Io, Arlecchino è il suo esordio alla regia.

Matteo Bini, nato a Bergamo, laureato in Scienze delle Arti figurative, musica e spettacolo, si specializza in montaggio a Milano. Esegue montaggi per Sky, Rai e Mediaset. Nel cinema dirige documentari tra cui L’altro ospedale (2007), Giù le maschere (2008), menzione d’onore al Premio giornalistico “Claudio Accardi”. Nel 2008 vince il premio “Spazio Bergamo” per Attraversando Gerusalemme. Come montatore collabora al film-dossier, diretto da Salvatore Nocita, Il pensiero e la memoria, al film Io ricordo sui familiari delle vittime della mafia, prodotto da Gabriele Muccino e più recentemente al controverso documentario Girlfriend in a Coma di Annalisa Piras.

"Mediterranea" e "Io, Arlecchino" verranno proiettati il 13 dicembre al Cinema Odeon a Firenze, quando il Premio N.I.C.E. Città di Firenze 2015 verrà consegnato ufficialmente al regista alla presenza del cast e delle autorità cittadine, nella serata di gala conclusiva della 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze.

17/11/2015, 13:20